Privacy Policy
All Posts By

admin

La Granatiera del Monte Cengio

Grande Guerra sulla Granatiera del Monte Cengio

By | Gite scolastiche storia

Grande Guerra sulla Granatiera del Monte Cengio

escursioni nei luoghi della storia

Periodo consigliato:
  • primavera
  • autunno
Tempo:
modulabile
Difficoltà:
A chi è rivolta:
  • scuole elementari
  • scuole medie
  • scuole superiori
  • gruppi

La Granatiera del Monte Cengio: l’estremo sacrificio dei Granatieri di Sardegna

Una gita scolastica sulla Granatiera del  Monte Cengio è una di quelle giornate che i ragazzi non si dimenticano più.
Il percorso molto dinamico e coinvolgente fa toccare subito con mano ai ragazzi le difficoltà a cui erano chiamati i soldati.
La Prima Guerra Mondiale ha visto in questi luoghi i suoi scontri più aspri nei giorni di giugno del 1916; durante la Strafexpedition infatti queste zone subirono un terribile attacco da parte dei soldati austro-ungarici.
Gli italiani non poterono che resistere aggrappati alle rocce e in taluni casi avvinghiando i nemici in un abbraccio concluso poi con un salto nel vuoto.
Caratteristico il Salto dei Granatieri: un piccolo pulpito molto famoso per i cruenti scontri che qui si verificarono.
La particolare posizione del percorso permette, nelle giornate terse, di godere di bellissimi panorami.
Il vicino rifugio offre, se avvertito per tempo, la possibilità di pranzare e di poter usufruire di un area coperta.

Trincea in Novegno

Monte Novegno: estemo baluardo durante la Strafexpedition

By | Gite scolastiche storia

Monte Novegno: estremo baluardo durante la strafexpedition

escursioni nei luoghi della storia

Periodo consigliato:
  • primavera
  • autunno
Tempo:
modulabile
Difficoltà:
A chi è rivolta:
  • scuole elementari
  • scuole medie
  • scuole superiori
  • gruppi

La conca centrale del Novegno e le sue morbide cime parlano ovunque di Grande Guerra

Il Monte Novegno è una delle cime più prossime alla pianura vicentina; proprio per questo, durante la Prima Guerra Mondiale, ebbe un ruolo fondamentale in quanto ambitissimo dall’esercito imperiale.
La zona sommitale si snoda attorno ad un ampia conca carsica: Busa Novegno. A corona dei morbidi prati centrali ci sono facili e rotondeggianti cime.
Tutto il territorio è caratterizzato da trincee, bunker, postazioni d’artiglieria…un insieme di testimonianze che offrono una vera e propria camminata tra la storia della Grande Guerra.
Nel maggio del 1916 infatti, si ebbero in questi luoghi epiche e terribili battaglie.
La Strafexpedition infatti, qui battè molto forte.
Vista l’ottima diposizione dei sentieri sono possibili gite di mezza giornata come anche di una giornata intera.
Per la pausa pranzo potrà essere richiesta la disponibilità al Forte Rivon: un antico forte italiano dedicato all’osservazione nemica che oggi è estato perfettamente recuperato ed offre una pasta calda od un minestrone.

Trincea Campogrosso - Giulio Nicetto

Sentiero storico di Campogrosso

By | Gite scolastiche storia

Il sentiero storico di Campogrosso

escursioni nei luoghi della storia

Periodo consigliato:
  • primavera
  • estate
  • autunno
Tempo:
modulabile
Difficoltà:
facile
A chi è rivolta:
  • scuole elementari
  • scuole medie
  • scuole superiori
  • gruppi

Un percorso facile ricco di testimonianze della 1° Guerra Mondiale

Il sentiero storico di Campogrosso è un itinerario molto facile che si snoda attorno al Passo di Campogrosso.
A pochi passi dall’omonimo rifugio si trovano trincee e manufatti che parlano di 100 anni fa.
Questo passo fu infatti una delle vie di sbocco identificate dall’impero Austro-Ungarico per invadere l’Italia e scendere nella pianura vicentina.
Il gen. Conrad, già negli anni precedenti alla Grande Guerra, si recò presso questo passo identificandolo come “la via d’accesso più facile per scendere in Italia“.
Il percorso è modulabile e può essere allungato od accorciato in funzione dell’offerta didattica che si vuole proporre.
La presenza nelle vicinanze del Rifugio Campogrosso offre, se contattato preventivamente anche servizio di pranzo, merenda o panini anche in settimana.

Monte Cimone d'Arsiero

Monte Cimone d’Arsiero: guerra di mine

By | Gite scolastiche storia
https://www.youtube.com/watch?v=4oju6JqlzhA&t=4s

Monte Cimone d’Arsiero: guerra di mine

escursioni nei luoghi della storia

Periodo consigliato:
tutto l’anno
Tempo:
3h di visita guidata
Difficoltà:
facile
A chi è rivolta:
  • scuole elementari
  • scuole medie
  • scuole superiori
  • gruppi

Epici eventi, tragiche battaglie, immani esplosioni della Grande Guerra

Il Monte Cimone d’Arsiero è una delle montagne simbolo della guerra di mine.
Estremo lembo meridionale dell’Altopiano di Tonezza questa cima è stata arduamente contesa da italiani e austroungarici.
Gli eventi legati alla Strafexpedizion ed ai successivi scontri hanno lasciato su questo territorio segni indelebili.
Trincee, osservatori, gallerie…una serie di opere in parte recuperate che parlano di uomini e delle loro storie.
Arrivati facilmente nei pressi della cima attuale del Monte Cimone è ancora visibile anche il cratere di mina.
Un affossamento di circa 50 metri di diametro provocato da una poderosa mina austroungarica il 23 settembre del 1916.
Oltre mille soldati italiani morirono e l’esplosione fu così violenta da cambiare per sempre la forma della cima di questa montagna.

Alpe Alba

Weekend alla scoperta del Pasubio inedito – 19/20 ottobre 2019

By | Trekking, Weekend

19/20 ottobre 2019

Avete mai camminato sui dolci prati del Pasubio?
In questi 2 giorni vivremo luoghi ed atmosfere incredibili! Vietato mancare!

Il percorso del trekking in Pasubio:

Giorno 1: Giazzera - Monte Corno Battisti - Rif. Lancia

Ci incammineremo fin da subito in un bosco ricco di abeti e larici.
L’autunno ci offrirà una tavolozza di colori incredibile facendoci camminare in un ambiente spettacolare.
Saliremo fino alla selletta dove durante la Grande Guerra vennero catturati l’irredentista Cesasre Battisti ed il commilitone Fabio Filzi,
Raggiungeremo poi la vette del Monte Corno Battisti per goderci i fantastici panorami che si apriranno a 360°.
Ci sposteremo poi verso il Monte Testo per poi scendere al Rifugio Lancia, dove pernotteremo.

Dislivello complessivo 550 m.

Giorno 2: Rif. Lancia - Colsanto - Alpe Alba - Giazzera

Lasciato il Rifugi Lancia saliremo sulla cima del Col Santo: altro stupendo pulpito da cui ammirare i panorami circostanti.
Cominceremo quindi la morbida discesa che ci porterà a scoprire il magico contesto dell’Alpe Alba.
Continueremo sempre in un piacevolissimo sentiero che ci porterà a breve a rientrare alle macchine.

Dislivello complessivo 400 m.

Materiale obbligatorio
  • sacco lenzuolo
  • scarponi trekking
  • zaino
  • vestiario adeguato
  • borraccia d’acqua
  • cappello o bandana
  • crema solare
Materiale consigliato
  • Occhiali da sole
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • Bastoncini
  • Ciabatte o infradito
  • Kit pronto soccorso

La difficoltà del trekking sul Pasubio (2 giorni e 1 notti) è medio.
Un percorso unico nel suo genere fatto di colori e panorami che non ti aspetteresti mai dal Pasubio.

Il trekking ha un numero massimo di iscritti.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Ritrovo:

ore 09:30 presso Giazzera.
(i riferimenti esatti saranno resi noti ai partecipanti)

Logistica:

Ritrovo: sabato 19 ottobre
Partenza: il luogo sarà comunicato ai partecipanti con congruo anticipo.
Rientro: pomeriggio di domenica 20 ottobre.

Partecipazione:

la partecipazione è subordinata all’iscrizione.
E’ prevista una caparra di 70€.
L’iscrizione si intende effettuata all’atto del versamento della caparra e della compilazione del modulo iscrizione*.
Per info o adesioni resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433
  • mail: info@giulionicetto.it (nell’oggetto della mail specificare “Weekend Pasubio Inedito”)

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

(*) Il link al modulo iscrizione sarà inviato esclusivamente alle persone che manifesteranno la volontà di partecipare.

Costo:

Il costo del trekking è di 130€.

La quota comprende: servizio guida per 2 giorni, pernotto al Rifugio Lancia in trattamento di mezza pensione con sistemazione in camerata.
La quota non comprende: tutto ciò che non è espressamente descritto in “la quota comprende”.

Le guide:

Nel mini trekking a Cortina sarete guidati un Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Veneto.
Ecco la vostra guida:

Giulio Nicetto

Accompagnatore di Media Montagna

Scopri le altre escursioni e gli altri trekking in programma

Denti di Terrarossa
Trekking

Weekend al Rifugio Alpe di Tires: la magia dell’Alpe di Siusi – 13/14 luglio 2019

13/14 luglio 2019 L'incantevole paesaggio dell'Alpe di Siusi ed i magnifici panorami che si aprono…
Sentiero delle Meatte
Escursioni

Giro delle Meatte e sacrario di Cima Grappa – 22/06/2019

Un sentiero che ci porterà tra creste, paesaggi e trincee. Alla fine della camminata visita…
Tre Cime di Lavaredo
Trekking

Weekend alle Tre Cime di Lavaredo – 31 agosto/1 settembre 2019

31 agosto/1 settembre 2019 Un contesto di montagne uniche al mondo. Pernotteremo al Rifugio Pian…
Rifugio Papa

Weekend sulla Strada delle 52 Gallerie e al rifugio Papa – 14/15 settembre 2019

By | Trekking, Weekend

14/15 settembre 2019

Un weekend unico nel suo genere!
Saliremo la Strada delle 52 Gallerie per pernottare poi al Rifugio Papa e visitare, il secondo giorno, la zona sacra.

Il percorso del trekking in Pasubio:

Giorno 1: Strada delle 52 Gallerie - pernotto Rif. A. Papa

Lasciate le macchine a Bocchetta Campiglia (prevedere moneta per il parcheggio) imboccheremo subito il sentiero che in pochi tornanti ci farà raggiungere il portale d’ingresso alla Strada delle 52 Gallerie.
La salita attraverserà da subito il settore della Bella Laita per poi attraversare la Val Camossara e la Val Fontana d’Oro.
Costante sarà la presenza delle gallerie scavate non solo da soldati ma anche da operai militarizzati.
I panorami che si apriranno sulla sottostante Val Leogra saranno un qualcosa di indimenticabile.
Con la giusta calma e godendoci ogni scorcio regalato dalla salita giungeremo quindi a Porte del Pasubio.
Qui sorge il Rifugio Achille Papa: preziosa struttura che ci permetterà di pernottare e di gustarci una serata spettacolare.

Dislivello complessivo 850 m.

Giorno 2: visita zona Sacra - Cima Palon

Dopo l’ormai famosa colazione al Rifugio Papa ci avvieremo in salita verso la zona sommitale del Pasubio.
Visiteremo la zona sacra, delimitata dai cippi che fin dal 1922 identificano una delle aree in cui i combattimenti hanno generato un altissimo numero di vittime.
Cima Palon, i Denti e quindi rientreremo verso l’ex cimitero della brigata Liguria.
Scenderemo poi alle macchine percorrendo la Strada degli Scarubbi.

Dislivello complessivo 400 m.

Materiale obbligatorio
  • sacco lenzuolo
  • scarponi trekking
  • zaino
  • vestiario adeguato
  • borraccia d’acqua
  • cappello o bandana
  • crema solare
Materiale consigliato
  • Occhiali da sole
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • Bastoncini
  • Ciabatte o infradito
  • Kit pronto soccorso

La difficoltà del trekking sul Pasubio (2 giorni e 1 notti) è medio.
Un percorso imperdibile tra la Strada delle 52 Gallerie e la zona Sacra.

Il trekking ha un numero massimo di iscritti.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Ritrovo:

ore 09:30 presso il parcheggio di Bocchetta Campiglia.
(i riferimenti esatti saranno resi noti ai partecipanti)

Logistica:

Ritrovo: sabato 14 settembre
Partenza: il luogo sarà comunicato ai partecipanti con congruo anticipo.
Rientro: pomeriggio di domenica 15 settembre.

Partecipazione:

la partecipazione è subordinata all’iscrizione.
E’ prevista una caparra di 70€.
L’iscrizione si intende effettuata all’atto del versamento della caparra e della compilazione del modulo iscrizione*.
Per info o adesioni resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433
  • mail: info@giulionicetto.it (nell’oggetto della mail specificare “Weekend in Pasubio”)

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

(*) Il link al modulo iscrizione sarà inviato esclusivamente alle persone che manifesteranno la volontà di partecipare.

Costo:

Il costo del trekking è di 140€.

La quota comprende: servizio guida per 2 giorni, pernotto al Rifugio Achille Papa in trattamento di mezza pensione con sistemazione in camerata.
La quota non comprende: tutto ciò che non è espressamente descritto in “la quota comprende”.

Le guide:

Nel mini trekking a Cortina sarete guidati un Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Veneto.
Ecco la vostra guida:

Giulio Nicetto

Accompagnatore di Media Montagna

Scopri le altre escursioni e gli altri trekking in programma

Denti di Terrarossa
Trekking

Weekend al Rifugio Alpe di Tires: la magia dell’Alpe di Siusi – 13/14 luglio 2019

13/14 luglio 2019 L'incantevole paesaggio dell'Alpe di Siusi ed i magnifici panorami che si aprono…
52 Gallerie
Escursioni

La strada delle 52 Gallerie – 16/06/2019

Salire la strada delle 52 Gallerie è un esperienza unica! Un passo dietro l'altro sui…
Tre Cime di Lavaredo
Trekking

Weekend alle Tre Cime di Lavaredo – 31 agosto/1 settembre 2019

31 agosto/1 settembre 2019 Un contesto di montagne uniche al mondo. Pernotteremo al Rifugio Pian…
Tre Cime di Lavaredo

Weekend alle Tre Cime di Lavaredo – 31 agosto/1 settembre 2019

By | Trekking, Weekend

31 agosto/1 settembre 2019

Un contesto di montagne uniche al mondo.
Pernotteremo al Rifugio Pian di Cengia per un weekend indimenticabile!

Il percorso del trekking alle Tre Cime di Lavaredo:

Giorno 1: Rif. Auronzo - Rif. Pian di Cengia

Arrivati con la macchina al Rifugio Auronzo cominceremo a muoverci sul bellissimo sentiero che compone il percorso principale dell’anello classico.
Transiteremo vicino alla Cappella degli Alpini; se vorremo potremo anche visitare i monumenti che ricordano gli eventi bellici della Grande Guerra.
Procedendo sempre gustandoci la giornata vedremo anche antiche orme di dinosauri: testimonianze di un passato molto lontano dai giorni nostri.
Arriveremo quindi al Rifugio Lavaredo per poi dirigerci verso un laghetto incastonato tra pareti di roccia.
Una salita ci farà quindi giungere fino al Rifugio Pian di Cengia dove pernotteremo.
In caso di cielo terso preparate macchine fotografiche e strabuzzatevi gli occhi…si accenderà una miriade di stelle.

Lunghezza: 6 km
Dislivello complessivo: 500 m.

Giorno 2: Rif. Pian di Cengia - Rif. Locatelli - Rif. Auronzo

Il secondo giorno, dopo aver fatto colazione ci incammineremo da subito in leggera discesa.
Passata una forcella, caleremo più decisi verso il Lago dei Piani: un piccolo laghetto alpino sulle cui sponde si trova un raro endemismo.
Arriveremo quindi al rifugio Locatelli, il più famoso e frequentato di tutte le Dolomiti.
Dopo aver pranzato a sacco ripartiremo per attraversare prima la Lange Alm e poi i Piani de Longeres.
Arriveremo quindi alle macchine dov’è previsto il rientro nel primo pomeriggio.

Lunghezza: 9 km.
Dislivello complessivo 350 m.

Materiale obbligatorio
  • sacco lenzuolo (è possibile acquistarlo al rifugio; uso e getta: 8,00 €, cotone: 20,00 €)
  • scarponi trekking
  • zaino
  • vestiario adeguato
  • borraccia d’acqua
  • cappello o bandana
  • crema solare
Materiale consigliato
  • Occhiali da sole
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • Bastoncini da trekking (eventuale possibilità di noleggio a 5€)
  • Ciabatte o infradito
  • Kit pronto soccorso

La difficoltà del trekking alle Tre Cime di Lavaredo (2 giorni e 1 notte) è medio/semplice.
Un bellissimo trekking tra le montagne più belle del mondo.

Il trekking ha un numero massimo di iscritti.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Ritrovo:

ore 09:30 al parcheggio dello “Chalet Antorno” presso il lago Antorno, Misurina.
(i riferimenti esatti saranno resi noti ai partecipanti)

Logistica:

Partenza: sabato 31 agosto dal Rifugio Auronzo
Rientro: pomeriggio di domenica 1 settembre

Partecipazione:

la partecipazione è subordinata all’iscrizione.
E’ prevista una caparra di 70€.
L’iscrizione si intende effettuata all’atto del versamento della caparra e della compilazione del modulo iscrizione*.
Per info o adesioni resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433
  • mail: info@giulionicetto.it (nell’oggetto della mail specificare “Trekking Tre Cime di Lavaredo”)

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

(*) Il link al modulo iscrizione sarà inviato esclusivamente alle persone che manifesteranno la volontà di partecipare.

Costo:

Il costo del trekking è di 140€.

La quota comprende: servizio guida per 2 giorni, pernotto al Rifugio Pian di Cengia in camerata, cena e colazione.
La quota non comprende: tutto ciò che non è espressamente descritto in “la quota comprende”. Prevedere i costi per le bevande (10/15€) e per il parcheggio presso il rifugio Auronzo (max 10€).

Le guide:

Nel trekking alle Tre Cime di Lavaredo sarete guidati da un Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Veneto.
Ecco la vostra guida:

Giulio Nicetto

Accompagnatore di Media Montagna

Scopri le altre escursioni e gli altri trekking in programma

Carega, Piccole Dolomiti
Trekking

Weekend sul tetto delle Piccole Dolomiti – 12/13 agosto 2019

12/13 agosto 2019 Un bellissimo weekend sul tetto delle Piccole Dolomiti. Ci aspettano Cima Carega…
Marettimo da Levanzo
Trekking

Trekking a Marettimo nelle Isole Egadi – 3/8 giugno 2019

3/8 giugno 2019 Una fantastica esperienza in cui alterneremo camminate e mare! Marettimo e le…
Tramonto da Forte Rivon
Escursioni

Escursione sul Priaforà e cena al tramonto a Forte Rivon – 25/05/2019

Escursione con tramonto sul Novegno: tra trincee e resti di guerra. Cena a Forte Rivon:…
Passo Giau

Mini trekking a Cortina: dalle 5 Torri al Mondeval – 17/19 agosto 2019

By | Trekking

17/19 agosto 2019

Tre giorni tra le montagne più belle del mondo.
Un bellissimo mini trekking tra le 5 Torri, Passo Giau, il Mondeval e Croda da Lago.

Il percorso del trekking a Cortina:

Giorno 1: salita al Rif. Cinque Torri

Nel primo giorno del nostro trekking a Cortina partiremo poco sopra la frazione di Pocol.
Saliremo molto dolcemente in un ambiente spettacolare.
Un caratteristico ruscello ci farà compagnia fino a che la salita non comincerà a farsi un po’ più marcata.
Un breve tratto in cui la pendenza sarà un po’ più accentuata ci porterà alla base delle 5 Torri.
Da qui devieremo il nostro cammino per percorrere l’anello storico: interessantissimo itinerario che tra panorami da favola ci condurrà tra trincee della Grande Guerra e ricoveri restaurati.
Giungeremo quindi facilmente al Rifugio Scoiattoli dove pernotteremo (stanze da 4/5) in mezza pensione.

Dislivello complessivo 550 m.

Giorno 2: Rif. Cinque Torri - Rif. Croda da Lago

Inizieremo il secondo giorno di trekking gustandoci i colori del mattino che si stagliano sulle pareti delle Tofane.
Dopo colazione ci incammineremo verso forcella Averau.
Di qui, tramite sentiero, arriveremo fino a Passo Giau: uno dei punti più scenografici delle Dolomiti.
Attraverseremo verdeggianti prati per poi salire a Forcella Giau: porta d’ingresso al bellissimo Mondeval.
Morbidi pendii si alterneranno alle più verticali pareti dei Lastoi di Formin: attraverseremo paesaggi incredibili fino ad arrivare a Forcella Ambrizzola.
Di qui scenderemo facilmente al Rifugio Croda da Lago dove pernotteremo (in camerata) in mezza pensione.

Dislivello complessivo 600 m.

Giorno 3: discesa dal Rif. Croda da Lago

Per l’ultimo giorno di trekking la maggior parte dell’itinerario si svolgerà in discesa.
Lasciato il rifugio Croda da Lago scenderemo verso il ponte di Ru Curto.
Da qui risaliremo brevemente verso le 5 Torri per poi calare dolcemente in direzione delle macchine.
L’arrivo è previsto per il primo pomeriggio.

Dislivello complessivo 400 m.

Materiale obbligatorio
  • sacco lenzuolo
  • scarponi trekking
  • zaino
  • vestiario adeguato
  • borraccia d’acqua
  • cappello o bandana
  • crema solare
Materiale consigliato
  • Occhiali da sole
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • Bastoncini
  • Ciabatte o infradito
  • Kit pronto soccorso

La difficoltà del mini trekking a Cortina (3 giorni e 2 notti) è medio.
Un bellissimo percorso che ci porterà a camminare all’interno di paesaggi da favola e scorci mozzafiato.

Il trekking ha un numero massimo di iscritti.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Ritrovo:

ore 09:00 presso il bar “AREA 51” in località Acquabona di Sopra, Cortina.
(i riferimenti esatti saranno resi noti ai partecipanti)

Logistica:

Ritrovo: sabato 17 agosto
Partenza: il luogo sarà comunicato ai partecipanti con congruo anticipo.
Rientro: pomeriggio di lunedì 19 agosto.

Partecipazione:

la partecipazione è subordinata all’iscrizione.
E’ prevista una caparra di 80€.
L’iscrizione si intende effettuata all’atto del versamento della caparra e della compilazione del modulo iscrizione*.
Per info o adesioni resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433
  • mail: info@giulionicetto.it (nell’oggetto della mail specificare “Mini trekking a Cortina”)

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

(*) Il link al modulo iscrizione sarà inviato esclusivamente alle persone che manifesteranno la volontà di partecipare.

Costo:

Il costo del trekking è di 250€.

La quota comprende: servizio guida per 3 giorni, pernotto al Rifugio Scoiattoli in stanza da 4/5 persone e trattamento di mezza pensione (bevande escluse), pernotto al Rifugio Croda da Lago in camerata e trattamento di mezza pensione (bevande escluse).
La quota non comprende: tutto ciò che non è espressamente descritto in “la quota comprende”.

Le guide:

Nel mini trekking a Cortina sarete guidati un Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Veneto.
Ecco la vostra guida:

Giulio Nicetto

Accompagnatore di Media Montagna

Scopri le altre escursioni e gli altri trekking in programma

52 Gallerie
Escursioni

La strada delle 52 Gallerie – 16/06/2019

Salire la strada delle 52 Gallerie è un esperienza unica! Un passo dietro l'altro sui…
Rifugio Papa
Trekking

Weekend sulla Strada delle 52 Gallerie e al rifugio Papa – 14/15 settembre 2019

14/15 settembre 2019 Un weekend unico nel suo genere! Saliremo la Strada delle 52 Gallerie…
Tre Cime di Lavaredo
Escursioni

Tre Cime di Lavaredo: le isole fossili – 23/06/2019

Tre Cime di Lavaredo: uniche! Indomite cattedrali di pietra conosciute nel mondo. Venite a scoprire…
Carega, Piccole Dolomiti

Weekend sul tetto delle Piccole Dolomiti – 12/13 agosto 2019

By | Trekking, Weekend

12/13 agosto 2019

Un bellissimo weekend sul tetto delle Piccole Dolomiti.
Ci aspettano Cima Carega e l’abbarbicato rifugio Fraccaroli: l’emozione unica di passare una notte a 2000 metri!

Il percorso del trekking in Carega:

Giorno 1: Rif. Revolto - Rif. Fraccaroli

L’idea che avevo quando mi è venuto in mente di proporvi questo trekking di due giorni era di portarvi a vivere un esperienza magica sulla vetta delle Piccole Dolomiti.
Raggiungerne la cima e pernottare al Rifugio Mario Fraccaroli è una di quelle esperienze che ti resta dentro.
Noi lo faremo percorrendo la Costa Media, un sentiero che si snoda sui 2000 metri di quota e che permette di camminare quasi sempre in cresta per godersi i magnifici panorami che si aprono dal Lago di Garda all’Altopiano dei 7 Comuni.
Arrivati al rifugio ci gusteremo le luci del tramonto.
Il pernotto è previsto in camerata.

Dislivello complessivo 900 m.

Giorno 2: Rif. Fraccaroli - Rif. Scalorbi - Rif. Revolto

Il secondo giorno partiremo dal Rifugio Fraccaroli per calare subito vero il Rifugio Scalorbi.
Di qui proseguiremo sulla Catena delle Tre Croci dove speriamo di poter ammirare i numerosi camosci che abitano queste zone.
La tranquillità e l’habitat hanno infatti favorito negli ultimi decenni il proliferare di questa specie.
Rientreremo alle macchine nel primo pomeriggio.

Dislivello complessivo 200 m.

Materiale obbligatorio
  • sacco lenzuolo
  • scarponi trekking
  • zaino
  • vestiario adeguato
  • borraccia d’acqua
  • cappello o bandana
  • crema solare
Materiale consigliato
  • Occhiali da sole
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • Bastoncini
  • Ciabatte o infradito
  • Kit pronto soccorso

La difficoltà del trekking al Rifugio Fraccaroli (2 giorni e 1 notte) è medio/impegnativo.
Un bellissimo trekking che ci porterà a toccare con un dito il cielo sopra Cima Carega: il punto più elevato di tutte le Piccole Dolomiti.

Il trekking ha un numero massimo di iscritti.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Ritrovo:

ore 09:30 presso il rifugio Boschetto.
(i riferimenti esatti saranno resi noti ai partecipanti)

Logistica:

Ritrovo: lunedì 12 agosto
Partenza: sarà comunicata ai partecipanti con congruo anticipo.
Rientro: pomeriggio di martedì 13 agosto.

Partecipazione:

la partecipazione è subordinata all’iscrizione.
E’ prevista una caparra di 60€.
L’iscrizione si intende effettuata all’atto del versamento della caparra e della compilazione del modulo iscrizione*.
Per info o adesioni resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433
  • mail: info@giulionicetto.it (nell’oggetto della mail specificare “Trekking Rifugio Fraccaroli”)

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

(*) Il link al modulo iscrizione sarà inviato esclusivamente alle persone che manifesteranno la volontà di partecipare.

Costo:

Il costo del trekking è di 130€.

La quota comprende: servizio guida per 2 giorni, pernotto al Rifugio Fraccaroli in camerata, cena e colazione.
La quota non comprende: tutto ciò che non è espressamente descritto in “la quota comprende”.

Le guide:

Nel trekking sulle Piccole Dolomiti sarete guidati un Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Veneto.
Ecco la vostra guida:

Giulio Nicetto

Accompagnatore di Media Montagna

Scopri le altre escursioni e gli altri trekking in programma

Tre Cime di Lavaredo
Escursioni

Tre Cime di Lavaredo: le isole fossili – 23/06/2019

Tre Cime di Lavaredo: uniche! Indomite cattedrali di pietra conosciute nel mondo. Venite a scoprire…
Tramonto da Forte Rivon
Escursioni

Escursione sul Priaforà e cena al tramonto a Forte Rivon – 25/05/2019

Escursione con tramonto sul Novegno: tra trincee e resti di guerra. Cena a Forte Rivon:…
Carega, Piccole Dolomiti
Trekking

Weekend sul tetto delle Piccole Dolomiti – 12/13 agosto 2019

12/13 agosto 2019 Un bellissimo weekend sul tetto delle Piccole Dolomiti. Ci aspettano Cima Carega…
Denti di Terrarossa

Weekend al Rifugio Alpe di Tires: la magia dell’Alpe di Siusi – 13/14 luglio 2019

By | Trekking

13/14 luglio 2019

L’incantevole paesaggio dell’Alpe di Siusi ed i magnifici panorami che si aprono sul gruppo delle Odle, del Sella e del Sassolungo.
Pernotteremo al rifugio Alpe di Tires, uno dei luoghi più affascinanti delle dolomiti.

Il percorso del trekking sull’Alpe di Siusi:

Giorno 1: Compaccio - Alpe di Siusi - Rif. Alpe di Tires

Questo bellissimo trekking comincerà per noi dalla località Compaccio: “le porte dell’Alpe di Siusi”.
Magnifici panorami si apriranno subito ai nostri occhi.
La stessa alpe è un qualcosa di indescrivibilmente bello con le sue caratteristiche malghe ed i morbidi pendii.
Avanzeremo su un sentiero semplice che ci condurrà in questo paesaggio idilliaco.
Ai nostri occhi si apriranno vedute sul Sassolungo e Sassopiatto, sul gruppo delle Odle, del Sella.
Al pomeriggio arriveremo quindi al rifugio Alpe di Tires dove pernotteremo.
L’alloggio è previsto in una camerata.

Dislivello complessivo 550 m.

Giorno 2: Rif. Alpe di Tires - Compaccio

Il secondo giorno, dopo aver fatto colazione torneremo a calzare gli scarponi per rimetterci in cammino.
Avanzeremo salendo verso l’altopiano dello Sciliar: un luogo incantevole ricco di particolarità geologiche e naturalistiche.
Raggiungeremo il rifugio Bolzano per poi, dopo pranzo, rientrare verso Compaccio percorrendo un altro bellissimo sentiero lungo il versante settentrionale delle Laste di Terrarossa.

Dislivello complessivo 350 m.

Materiale obbligatorio
  • scarponi trekking
  • zaino
  • vestiario adeguato
  • borraccia d’acqua
  • cappello o bandana
  • crema solare
Materiale consigliato
  • Occhiali da sole
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • Bastoncini
  • Ciabatte o infradito
  • Kit pronto soccorso
  • sacco lenzuolo

La difficoltà del trekking sull’Alpe di Siusi (2 giorni e 1 notte) è medio/semplice.
Un bellissimo trekking tra paesaggi e ambienti da favola.

Il trekking ha un numero massimo di iscritti.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Ritrovo:

ore 09:30 davanti il parcheggio delle corriere della stazione a monte dell’Ovovia che sale da Siusi a Compaccio.
(i riferimenti esatti saranno resi noti ai partecipanti)

Logistica:

Ritrovo: sabato 13 luglio
Partenza: Compaccio
Rientro: pomeriggio di domenica 14 luglio.

Partecipazione:

la partecipazione è subordinata all’iscrizione.
E’ prevista una caparra di 70€.
L’iscrizione si intende effettuata all’atto del versamento della caparra e della compilazione del modulo iscrizione*.
Per info o adesioni resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433
  • mail: info@giulionicetto.it (nell’oggetto della mail specificare “Trekking Alpe di Siusi”)

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

(*) Il link al modulo iscrizione sarà inviato esclusivamente alle persone che manifesteranno la volontà di partecipare.

Costo:

Il costo del trekking è di 150 €.

La quota comprende: servizio guide per 2 giorni, pernotto al Rifugio Alpe di Tires in camerata, cena e colazione, accesso al parcheggio dell’Alpe di Siusi in macchina.
La quota non comprende: tutto ciò che non è espressamente descritto in “la quota comprende”.

Le guide:

Nel trekking sull’Alpe di Siusi sarete guidati da due Accompagnatori di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Veneto.
Ecco le vostre guide:

Giulio Nicetto

Accompagnatore di Media Montagna

Anna Sella

Accopmagnatore di Media Montagna

Scopri le altre escursioni e gli altri trekking in programma

Tre Cime di Lavaredo
Escursioni

Tre Cime di Lavaredo: le isole fossili – 23/06/2019

Tre Cime di Lavaredo: uniche! Indomite cattedrali di pietra conosciute nel mondo. Venite a scoprire…
Tramonto da Forte Rivon
Escursioni

Escursione sul Priaforà e cena al tramonto a Forte Rivon – 25/05/2019

Escursione con tramonto sul Novegno: tra trincee e resti di guerra. Cena a Forte Rivon:…
escursione al tramonto
Escursioni

Escursione al tramonto: sui sentieri di guerra del monte Paù – 15/06/2019

Monte Paù: un percorso tutto da scoprire e da gustare. Spettacolari panorami, arditi sentieri ed…