Privacy Policy
Tag

ciaspole Archivi - Giulio Nicetto

Ciaspolata

Ciaspolata al Rifugio Città di Carpi – 27/01/2019

By | Ciaspolata
Fantastica ciaspolata al Rifugio Città di Carpi: una piccola perla incastonata nei Cadini di Misurina.
Paesaggi incredibili che spaziano dalle Tofane alle 5 Torri, dal Cristallo al Sorapìss.

Caratteristiche escursione

alcuni parametri relativi all’uscita proposta
Tipo escursione

Ciaspolata

Durata

tutto il giorno

Difficoltà

facile

Dislivello

300 m

Ritrovo

ore 8:00 al parcheggio della Stazione Ferroviaria di Longarone

Partenza escursione ore 09:30 dalla stazione a valle dell’impianto di risalita Col De Varda presso il Lago di Misurina

 

Riferimento Google Maps

Seggiovia Col de Varda (stazione a valle)

Programma

Svolgimento dell’escursione

I due punti di ritrovo intermedio servono per chi non ha ben chiaro come arrivare al Lago di Misurina.
Partiremo alle ore 9:30 dalla stazione a valle della seggiovia “Col De Varda” per questa bellissima ciaspolata al rifugio Città di Carpi.
Il percorso, inzialmente in salita, ci porterà presto in quota. A questo punto un fantastico tratto in falsopiano ci farà quindi apprezzare panorami incredibili.
Dal Picco di Vallandro a Nord, fino alle Marmarole a sud. Il tutto facendo transitare il nostro sguardo anche sulle Tofane, sull’Averau, sulle 5 Torri…!
Arrivati al piccolo e caratteristico rifugio (una vera e propria perla nei Cadini), chi vorrà, potrà gustarsi un pranzo di prodotti tipici.
Al termine ridiscenderemo per l’itinerario di salita. Rientreremo nel tardo pomeriggio.
La ciaspolata al rifugio Città di Carpi vi lascerà la voglia di ritornarci non appena possibile.

Materiale obbligatorio

Materiale e/o attrezzatura minima da avere con se per partecipare all’escursione

Per questa ciaspolata al rifugio Città di Carpi servono scarponcini da montagna (no MOON BOOT), pantaloni lunghi, pile, giacca a vento, berretto e guanti. Vestirsi a cipolla.
Per conoscere il tempo previsto potete anche consultare il sito dell’ARPAV.

ACCESSORI CONSIGLIATI:
Ghette (in caso di neve fresca).
Si consiglia un paio di guanti e di calzini di ricambio.
The caldo, cioccolata ed anche frutta secca.

Costo

25 € comprensivi di guida e salita in seggiovia al Rif. Col de Varda

Costo ciaspole con anche bastoni: 10€

Ragazzi sotto i 18 anni: 15€
Possibilità di pranzo in rifugio in base alla disponibilità dello stesso (ognuno regola autonomamente con il gestore)

Guide:
– Giulio Nicetto Accompagnatore di Media Montagna
– Guida Alpina

Prenotazione obbligatoria

Entro le ore 18:00 del giorno prima

La prenotazione è richiesta per gestire al meglio la parte di logistica e organizzazione.
Telefono: 3402216433 oppure inviando una mail a info@giulionicetto.it

Ciaspolata

Ciaspolate: consigli utili per tutti

By | Blog, Consigli utili
ESCURSIONISMO INVERNALE

Ciaspolate: indicazioni e consigli utili per questa magnifica attività!

Ciaspolare è un’attività che attira sempre più persone. Camminare sulla neve fresca e soffice è infatti un esperienza assolutamente da non perdere!
Qui di seguito trovate dei consigli utili sul come vestirsi.

Ciaspolate: attività per tutti

Camminare in mezzo alla neve soffice con le racchette da neve è un attività che tutti possono fare; per i bambini è consigliata dai 6 anni in su.
Questa attività la si può fare veramente in molteplici situazioni: di notte con la luna, su un morbido pendio in una bella giornata dolomitica o perchè no, al tramonto con i fantastici colori che l’inverno sa regalare.
Per chi si approccia a questo mondo per la prima volta è comunque giusto considerare che la ciaspolata è più impegnativa di una camminata, soprattutto se la neve è fresca.
Le molteplici situazioni che si possono trovare implicano poi anche il saper vestirsi nel modo giusto.

Ciaspolate: come vestirsi allora?

L’attività del ciaspolare non è molto diversa da una normale camminata: bisogna però tenere presente il maggior impegno fisico.
Molti sono i fattori che concorrono alla “situazione” che troveremo durante l’uscita.
E’ quindi opportuno avere vari strati di indumenti in modo da poterli mettere o togliere all’occorrenza.
Il principio del “vestirsi a cipolla” è più che valido e dovremo sempre stare attenti a non sudare.
L’indicazione migliore allora è quella di indossare un intimo termico.
Tutto quello che sta sopra, fino a terminare con una buona giacca a vento, è a discrezione personale.
Un berretto coprente infine vi proteggerà dal freddo (la testa è la parte del corpo da cui disperdiamo calore più rapidamente) e da un eventuale nevicata.

ciaspole - racchette da neve

Che calzature usare?

Per ciaspolare l’unica scarpa consigliata è lo scarponcino da montagna.
Meglio se idrorepellente altrimenti rischiate non solo che vi si bagnino i piedi ma che vi si ghiaccino!
Lo scarponcino risulta quanto mai azzeccato anche perchè con la sua rigidità si “lega”perfettamente” alla ciaspola.
La stessa resterà quindi aderente al piede garantendo un perfetto controllo del mezzo di chi lo indossa.

Assolutamente da evitare invece Moon boot, scarpe da ginnastica e scarpe da città.

Altro vestiario e materiale consigliato

Calzini di ricambio: calzini asciutti possono essere essenziali per mantenere caldo il piede.
Guanti di ricambio: un paio di guanti in più vanno sempre bene; nelle ciaspolate capita non di rado di affondare le mani nella neve: per gioco, necessità o solo per svago.
Occhiali da sole: sia con una giornata assolata che con tempo variabile un filtro in più va sempre bene.
Bastoncini: telescopici, da fondo o da trekking l’importante è che ci diano altri punti d’appoggio sempre utili sia in caso di neve fresca sia in caso di fondo ghiacciato (ricordatevi di innestare le rotelle da neve, più larghe: evitano lo sprofondamento del bastoncino nella neve).
Ghette: per ciaspolate sulla neve fresca sono indicate per ridurre al massimo la possibilità che la neve possa arrivare a bagnare l’interno della scarpa.
The Caldo: bere è sempre fondamentale. Avere una bevanda calda quando il freddo può farsi inteso è molto importante.
Cioccolato o frutta secca: per quanto tranquille, le ciaspolate ci fanno consumare energie; sarà quindi bene prevedere di portarsi in zaino dei viveri per darci le energie necessarie.
Scalda collo: per evitare fastidiosi spifferi e quindi fastidiose infiammazioni alla gola od alle cervicali.

Spero di esservi stato utile e se avete dubbi o domande contattatemi. Sarò felice di potervi dare altri spassionati riscontri utili.

Siete curiosi di vedere le mie proposte? .....cliccate qui