Privacy Policy
Tag

Piccole Dolomiti Archivi - Giulio Nicetto

Camminata sotto le stelle e cena a Campogrosso – 06/04/2019

By | Escursioni

Una facile escursione che ci porterà a gustare una tipica cena al Rifugio Campogrosso.
Rientro sotto un incredibile cielo stellato.

Caratteristiche escursione

alcuni parametri relativi all’uscita proposta
Tipo escursione

Escursione

Durata

Serale/notturna

Difficoltà

Medio/facile

Dislivello

450 m

Ritrovo

ore 16:00 nel parcheggio di fronte all’Albergo al Passo

 

Riferimento Google Maps

Albergo Al Passo di Costa Luca e Maurizio C. S. A. S

Programma

Svolgimento dell’escursione

Per questa particolare escursione al rifugio Campogrosso partiremo dal Passo Pian delle Fugazze.
Muoveremo i nostri passi in direzione del Cornetto per attraversare tutta la catena prealpina del Sengio Alto.
Questa bellissima zona che corre da Passo Pian delle Fugazze a Passo di Campogrosso è una delle più affascinanti delle Piccole Dolomiti.
Verso est, nel versante vicentino, importanti ed erte pareti rocciose, mentre ad ovest morbidi prati che compongono l’alpe di Campogrosso.
Giungeremo in rifugio per ora di cena e ci gusteremo dei buonissimi piatti.
Il piatto tipico per eccellenza sono gli gnocchi con la fiorette…non potete perderveli!
Al termine della cena rientreremo per comodo sentiero verso le macchine sotto un bellissimo cielo stellato.

Materiale obbligatorio

Materiale e/o attrezzatura minima da avere con se per partecipare all’escursione

Per questa escursione a Campogrosso servono scarponcini da montagna, pila frontale carica, vestiario adeguato, borraccia e viveri.
Per conoscere il tempo previsto potete anche consultare il sito dell’ARPAV.

ACCESSORI CONSIGLIATI:
The, cioccolata ed anche frutta secca

Costo

15 € comprensivi di guida

Cena in rifugio a parte, da regolare con i gestori.

Ragazzi sotto i 18 anni: 10 €.

Guide: Giulio Nicetto Accompagnatore di Media Montagna – Collegio Guide Alpine Veneto

Prenotazione obbligatoria

Entro le ore 18:00 del giorno prima

La prenotazione è richiesta per gestire al meglio anche la parte di logistica e organizzazione.
Fino ad esaurimento posti.
Telefono: 3402216433 oppure inviando una mail a info@giulionicetto.it

Scopri le altre escursioni in programma

Marettimo da Levanzo
Trekking

Trekking a Marettimo nelle Isole Egadi – 3/8 giugno 2019

3/8 giugno 2019 Una fantastica esperienza in cui alterneremo camminate e mare! Marettimo e le…
escursione con degustazione
Escursioni

Escursione all’Eremo di San Donato con degustazione in cantina – 23/03/2019

Andremo alla scoperta delle bellezze del territorio con un escursione rilassante ed appagante. Al termine…
Escursioni

Camminata sotto le stelle e cena a Campogrosso – 06/04/2019

Una facile escursione che ci porterà a gustare una tipica cena al Rifugio Campogrosso. Rientro…
Rifugio Campogrosso

Rifugio Campogrosso

By | Rifugi

Ideale punto d’appoggio per le salite in Carega o sul Sengio Alto.
Facilmente accessibile a tutti.

Caratteristiche della struttura

alcuni parametri relativi al rifugio
Gruppo montuoso

Piccole Dolomiti

Altezza

1457 m

Pernotto

camerata +
2 camere matrimoniali

Copertura cell

parziale

Permanenza

L’esperienza in rifugio

Il rifugio Campogrosso è un ottimo punto d’appoggio o di partenza per le vostre escursioni in Piccole Dolomiti o sul Carega.
Rappresenta uno dei luoghi più comodi per la salita al rifugio Fraccaroli.
Tranquille passeggiate, camminate avventurose, percorsi storici oppure trekking più impegnativi…c’è una soluzione per ogni esigenza!
D’inverno è un punto di riferimento a che per uscite di scialpinismo, vaj e ciaspolate.
E’ spesso sede di numerosi eventi.
Per chi volesse dedicarsi all’arrampicata, la falesia della Sisilla (a pochi minuti) offre la possibilità di salire vie a tiri singoli od anche multi tiro.
Volendo al rifugio si accede anche in macchina tramite strada che sale da Recoaro.

Cibo e bevande

Mangiare in rifugio

Il rifugio Campogrosso è famoso per le sue cene e per l’atmosfera festosa.
Se avete la fortuna di mangiare al rifugio non potete non assaggiare gli gnocchi con la fiorette: un formaggio morbido locale dal gusto delicato ma unico.
Altro consiglio…assaggiate la sopressa!!!

Altre info utili

Altre informazioni

Nelle notti di luna piena c’è un notevole afflusso di persone.
Se volete mangiare non dimenticatevi di prenotare con largo anticipo!
Il rifugio è dotato anche di comode docce.
Nel periodo invernale è possibile raggiungere il rifugio anche facendo delle bellissime ciaspolate.
Per info e dettagli andate direttamente al sito del rifugio cliccando qui.

Trans D'Havet TREK

Trans D’Havet TREK: il trekking che ripercorre la 50 miglia delle Piccole Dolomiti

By | Blog
NUOVO TREKKING

Il più bel trekking tra le rocce della storia

Una fantastica “linea”. Un’intuizione incredibile. Un percorso a fil di cielo che abbraccia in una volta sola tutto l’arco prealpino vicentino.

L’idea

La Trans D’Havet è una delle più belle ed importanti competizioni di Ultra Trail d’Italia e non solo.
Una gara di portata internazionale che attira nomi del calibro di Kilian Jornet.
Affrontarla tutta d’un fiato non è sicuramente cosa da tutti.
Enrico Pollini, quando ha disegnato e percorso per la prima volta il tracciato, ha avuto un intuizione incredibile: un percorso prefetto tra terra e cielo, tra roccia e storia, sul filo di una cresta spartiacque di grande evidenza geografica.
Tanto è bastato per coinvolgere tutto l’Ultrabericus Team nell’organizzare una gara che è subito entrata nella leggenda.
L’itinerario infatti è di quelli “gustosi”: da “leccarsi i baffi”!…un di quei viaggi da fare almeno una volta nella vita!
Qualche tempo fa ho avuto il piacere di parlare proprio con i ragazzi dell’Ultrabericus Team e l’idea nata è stata proprio questa:”ma perchè non rendere questa fantastica cavalcata delle Piccole Dolomiti alla portata di tutti?
Ed è qui che ha inizio il Trans D’Havet TREK…!

Come si articola il Trans D’Havet TREK?

Il percorso originale della Trans D’Havet è quindi stato “spezzato” in 5 sezioni.
L’ideale per riuscire a diluire il dislivello e la distanza ma soprattutto perfetta per godersi gli scorci ed i panorami che caratterizzano questa ancor troppo poco conosciuta zona delle Prealpi Vicentine.
La “prima” di questo trekking è prevista per la fine di giugno: la natura avrà allora rinvigorito i prati ed il sole scaldato l’aria.
Altro punto di forza di questo percorso saranno le strutture che ci ospiteranno per i pernotti o che usufruiremo anche solo come appoggio.
Un’entusiasmante avventura è alle porte…che ne dici: sarai dei nostri?

Perché scegliere proprio questo trekking?

Di motivi ragazzi, ce ne sono un sacco!
Un trekking unico e nuovo nel suo genere! Mai proposto prima!
Una grande avventura, un autentico viaggio con tantissime curiosità sui luoghi che attraverseremo: divertimento, relax, paesaggi, storia, natura…
Di giorno si cammina e la sera…beh, un pò di festa ci sta!
Se potessi partirei già ora!
A breve apriranno le iscrizioni ma ricordatevi: solo 15 posti a disposizione!

Per info, dettagli sul programma e costi non esitate a contattarmi. A breve tutti i dettagli.

Siete curiosi di vedere le mie proposte? .....cliccate qui