Val Venegia con la neve
Giulio Nicetto

La vostra guida

Giulio Nicetto
Telefono
+393402216433
Email
info@giulionicetto.it
Sito web
https://giulionicetto.it
ISCRIVITI

Ritrovo

Bar "da Meto"
Via Passo Rolle, 136, 32100 Belluno
Categoria

Maggiori informazioni

Continua a leggere
Codice QR

Data

17 Gen 2021

Ora

08:45 - 17:00

Costo

20€

Difficoltà

Medio/Impegnativo

Ciaspolata in Val Venegia e Baita Segantini

Dislivello: 550 m.

Le Pale di San Martino e la Val Venegia sono luoghi veramente incantati.
La nostra ciaspolata ci porterà fino a Baita Segantini: famosissimo e panoramicissimo punto di osservazione delle pareti del Cimon della Pala, dei Burelloni, del Mulaz; davanti a noi si apriranno bellissimi scorci da assaporare e mantenere indelebili nei ricordi.
Un entusiasmante escursione per persone che vogliono godersi una giornata indimenticabile!

Dettagli della ciaspolata in Val Venegia

SVOLGIMENTO ESCURSIONE

Ritrovo ore 08:45 presso il parcheggio del bar “da Meto” presso San Martino di Castrozza.
I dettagli del luogo li trovate in calce od a sinistra alla voce “RITROVO”.

Dopo esserci trovati alla fine dell’abitato di San Martino di Castrozza ci sposteremo in macchina per circa altri 30 minuti fino a raggiungere il luogo di partenza.
Indosseremo quindi, fin da subito, le ciaspole per incamminarci all’interno di una natura incredibile ed affascinante.

Da una zona di bosco, i famosi abeti rossi di risonanza, passeremo presto alla più panoramica zona alta: dove d’estate i bovini pascolano tranquilli nei pascoli, d’inverno la morbida coltre nevosa offre scenografie veramente molto belle.
La maestosità delle zona settentrionale delle Pale di San Martino sarà davanti ai nostri occhi regalandoci una salita sempre piacevole, anche nelle pendenze.
Le spettacolari isole di pietra del giurassico ci attendono infatti come la quinta di un teatro sul fondo della Val Venegia.

Emozioni, stupore, grandiosità: gli ingredienti per una giornata indimenticabile ci sono tutti!
Per completare l’esperienza, per chi vorrà (fortemente consigliato), pranzeremo presso il Rifugio Capanna Cervino gustandoci i buonissimi piatti tipici.

Dopo pranzo ripartiremo fino a raggiungere Baita Segantini.
La maestosità dei panorami e delle pareti del Cimon della Pala ci faranno apprezzare dei bellissimi scorci.
Rientreremo quindi scendendo tramite la bellissima Val Venegia.

Scenderemo gustandoci la natura e rientreremo alle macchine con la magnifica luce del tramonto.

Pranzo previsto in rifugio (da regolare direttamente con il gestore della struttura).

MATERIALE OBBLIGATORIO

Materiale obbligatorio:

  • Mascherina
  • Gel igienizzante
  • Scarponi da trekking resistenti all’acqua (NO moon boot)
  • Zaino
  • Vestiario Adeguato
  • Borraccia d’acqua
  • Berretto o bandana
  • Crema solare
  • Guanti

Materiale consigliato:

  • Ghette in caso di neve fresca
  • Calzini di ricambio
  • Frutta secca
  • Acqua o thermos di the caldo
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • Bastoncini
  • Kit pronto soccorso

Se non sai bene come vestirti durante la ciaspolata clicca QUI: ho scritto un breve articolo in cui descrivo gli indumenti e gli accessori necessari per vivere una bella giornata sulla neve.

PARTECIPAZIONE

Entro le ore 18:00 del giorno prima

La prenotazione è richiesta per gestire al meglio anche la parte di logistica e organizzazione.
Fino ad esaurimento posti.

Per info o adesioni potete utilizzare il pulsante “ISCRIVITI” che trovate nella sezione sopra oppure resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433

L’iscrizione di gruppi di 6 persone od oltre è subordinata al versamento della caparra di 5€/persona.

COSTO TOTALE

Il costo totale dell’escursione è di 20€ a persona.

Costo ciaspole con anche bastoni (per chi ne avesse bisogno): 10€

Il pranzo è previsto in rifugio (ognuno regola autonomamente con il gestore).
Escursione non consigliata per ragazzi under 12.

DETTAGLI DEI GRADI DELLE DIFFICOLTA'

FACILE: L’itinerario si svolge su strade forestali, sterrate o facili mulattiere sempre bene indicate e senza problemi di orientamento nei casi di nebbia o cattivo tempo. I dislivelli sono contenuti entro i 300-400 metri e la lunghezza dell’itinerario è compresa nelle tre ore. Si tratta di passeggiate un po’ lunghe che richiedono una scarpa sportiva da trekking, non necessariamente la pedula o lo scarpone.

FACILE/MEDIO: L’itinerario si svolge su strade forestali, sterrate o facili mulattiere sempre bene indicate. I dislivelli sono contenuti entro i 400-600 metri e la lunghezza dell’itinerario è compresa nelle 3 – 5 ORE. Si tratta di passeggiate un po’ lunghe che richiedono una scarpa sportiva da trekking o lo scarpone.

MEDIO: L’itinerario supera decisamente le tre ore, è più complesso, si svolge su sentiero con qualche salita o discesa impegnativa ma superabile senza il supporto di attrezzatura alpinistica. Il terreno può essere sconnesso o mancare di segnali. I dislivello massimo rimane comunque all’interno degli 800 metri.

MEDIO/IMPEGNATIVO: L’itinerario supera decisamente le cinque ore, è complesso per il dislivello che supera gli 800 metri o per la lunghezza di cammino.
Si svolge su sentiero con qualche salita o discesa impegnativa ma superabile senza il supporto di attrezzatura alpinistica. Il terreno può essere sconnesso o mancare di segnali.

IMPEGNATIVO: Sono itinerari che richiedono lunga esperienza, allenamento e forza fisica da parte di chi li percorre. È necessario sapersi muovere con perizia anche nei terreni pericolosi: ghiaioni, ripidi pendii o tratti scoscesi, macchia fitta, alta e senza riferimenti, passaggi in roccia, assenza di sorgenti. La difficoltà del terreno e la distanza dai punti d’appoggio richiedono una totale autonomia. Ove indicato vi può essere la necessità di portare al seguito materiale da bivacco come la tenda, sacco da bivacco, fornello, viveri, richiede allenamento, energia e forte motivazione.

ALTRE INFO

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Per conoscere le condizioni meteo previste guardare il sito dell’ARPAV.

RISPETTIAMO L'AMBIENTE

Nelle nostre escursioni prestiamo attenzione anche all’ambiente in cui ci muoviamo evitando assolutamente di:

  • abbandonare rifiuti al di fuori delle normali aree di raccolta;
  • gettare qualsiasi cosa a terra: mozziconi di sigarette, fazzoletti, ecc. ;
  • creare danno o fastidio alla flora ed alla fauna del luogo;
  • porre in essere comportamenti maleducati ed irrispettosi verso le strutture usate come ristoro o ricovero notturno.
Ciaspolata in Val Venegia
Val Venegia
ciaspolata in Val Venegia

Per ogni ulteriore informazione o chiarimento potete contattarmi ai recapiti che trovate QUI.

X
WhatsApp chat