Privacy Policy admin, Autore presso Giulio Nicetto
All Posts By

admin

Val d'Orcia, Toscana

Trekking in Val D’Orcia: la terra dei sapori – 1/3 maggio 2020

By Trekking

1/3 maggio 2020

Uno dei luoghi più belli del mondo intero.
La Val D’Orcia saprà rapirvi con i suoi panorami ed i suoi gusti.

Il percorso del trekking:

Arrivo anticipato in Val D'Orcia

Per una gestione ottimale dei giorni a disposizione si consiglia fortemente l’arrivo il giovedì 30 aprile sera.
Ritrovo del gruppo a Montalcino.
Trasferimento in macchina presso l’agriturismo e brindisi di benvenuto.
Sistemazione nelle camere, cena e pernotto.

Giorno 1: San Quirico D'Orcia e la chiesetta di Vitaleta

Per questo primo giorno in Val d’Orcia ci sposteremo in macchina per qualche minuto verso San Quirico d’Orcia.
Di qui inizierà il nostro percorso che ci porterà nel cuore dei paesaggi più caratteristici.
Morbide colline a perdita d’occhio, cipressi, strade sterrate ed i caratteristici colori delle terre senesi.
Un panorama unico nel suo genere tanto da essere entrato nei siti patrimonio UNESCO.
Cammineremo nei luoghi dov’è stato girato il famoso film “Il Gladiatore” fino a raggiungere la bellissima chiesetta Madonna di Vitaleta.
Continuando su morbide strade sterrate rientreremo a San Quirico d’Orcia.
Arrivati in agriturismo ci aspetterà una strepitosa degustazione di vini.

Lunghezza: 14km; dislivello 350 m.

Giorno 2: Bagno Vignoni e la Rocca d'Orcia

Anche il secondo giorno faremo un piccolo spostamento in macchina.
10 minuti di numero e raggiungeremo il piccolo borgo di Bagno Vignoni.
Piccola località termale incredibilmente affascinante.
Ci incammineremo su sentieri collinari fino a raggiungere un altro piccolo angolo di paradiso: Castiglione d’Orcia e Rocca d’Orcia.
Questi due poggi sono dominati da belissime torri antiche: la Rocca Aldobrandesca e la Rocca di Tentennano.
Assaporate le atmosfere di questi particolarissimi luoghi rientreremo verso Bagno Vignoni per visitare la zona delle antiche Terme Romane ed il sovrastante Parco dei Mulini.
Con un piccolo spostamento in auto vi porteremo ad assaporare i vini di una prestigiosa cantina locale.
Dopo la degustazione rientreremo quindi verso l’agriturismo.

Lunghezza: 12 km; dislivello 370 m.

Giorno 3: Castelnuovo dell'Abate, Abbazia di Sant'Antimo e rientro

Per l’ultimo giorno di permanenza in Val d’Orcia ci muoveremo a piedi direttamente dall’agriturismo.
Ci sposteremo per sentieri e strade forestali fino a raggiungere l’Abbazia di Sant’Antimo: un antica chiesa risalente a ben oltre il XII secolo abitata dai monaci benedettini.
Visiteremo quindi anche il bellissimo borgo di Castelnuovo dell’Abate: paesino di 200 abitanti arroccato su un panoramicissimo colle.
Dopo pranzo rientreremo quindi tranquillamente alle macchine.
Rientreremo quindi in autonomia verso casa.

Lunghezza: 11 km; dislivello 320 m.

Materiale obbligatorio
  • scarpe da trekking
  • zaino
  • vestiario adeguato
  • borraccia d’acqua
  • cappello o bandana
  • crema solare
Materiale consigliato
  • Occhiali da sole
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • Bastoncini
  • Ciabatte o infradito
  • Kit pronto soccorso

La difficoltà del trekking in Val D’Orcia (4 giorni di cui 3 di trekking e 3 notti) è medio.
Un percorso tra storia e sapori, colori e profumi di una terra che sorprende ad ogni passo.

Il trekking ha un numero massimo di iscritti.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Ritrovo:

Giovedì 30 aprile 2020 ore 18:30 presso Montalcino.
I dettagli saranno comunicati tempestivamente ai partecipanti.

Logistica:

Ritrovo: giovedì sera 30 aprile 2020 ore 18:30 presso Montalcino.
Partenza: differenti per ogni itinerario.
Rientro: domenica pomeriggio 3 maggio.

Partecipazione:

la partecipazione è subordinata all’iscrizione.
Per info o adesioni resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433
  • mail: info@giulionicetto.it (nell’oggetto della mail specificare “Trekking in Val D’Orcia“)

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

Costo:

Il costo totale del trekking è di 390€ a persona.
La sistemazione avverrà nelle camere in funzione della disponibilità della struttura.

La quota comprende le seguenti voci:
– pernottamento e colazione in agriturismo (3 notti) in formula B&B, aperitivo di benvenuto e 2 degustazioni in cantina: 180€ ;
– servizio guida (2 guide): 205€.

La quota NON comprende: le cene e tutto ciò che non è espressamente descritto in “la quota comprende”.

Le guide:

Nel trekking in Val D’Orcia sarete guidati da due Accompagnatori di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Veneto.
Ecco la vostre guide:

Giulio Nicetto

Accompagnatore di Media Montagna

Michele Boscolo

Accompagnatore di Media Montagna

Scopri le altre escursioni e gli altri trekking in programma

Panorama dal Rifugio Forte Verena
Ciaspolata

Ciaspolata serale al Forte Verena e cena in rifugio – 25/01/2020

Una piacevole ciasapolata, una gustosa cena in rifugio e la bella atmosfera di relax che…
Trekking

Weekend di ciaspolate tra Passo Giau e Rifugio Nuvolau – 15/16 febbraio 2020

15/16 febbraio 2020 Weekend sulle nevi di Cortina. Ciaspole ai piedi per una due giorni…
Rota Vicentina
Trekking

Rota Vicentina: il cammino dei pescatori – 23/28 marzo 2020

23/28 marzo 2020 La Rota Vicentina è un bellissimo cammino lungo la costa del Portogallo.…
Rota Vicentina

Rota Vicentina: il cammino dei pescatori – 23/28 marzo 2020

By Trekking

23/28 marzo 2020

La Rota Vicentina è un bellissimo cammino lungo la costa del Portogallo.
Noi percorreremo il “cammino dei pescatori” passando 4 stupendi giorni di trekking.

Il percorso del trekking:

Giorno 1: arrivo in Portogallo

Ritrovo del gruppo in aeroporto.
Trasferimento dall’aeroporto di Lisbona a Porto Covo.
Cena e pernottamento a Porto Covo, 1 notte in B&B.

Giorno 2: TREKKING: da Porto Covo a Vila Nova de Milfontes

Questo primo giorno di trekking sulla costa portoghese ci porterà ad ammirare bellissimi panorami.
Spiagge molto diverse tra loro caratterizzate da ciottoli modellati dall’incessante cadenza delle onde o dune di arenaria che sembrano cadere a picco nell’oceano. Ci saranno anche spiagge sabbiose dove una pausa è d’obbligo!
Cammineremo su sentieri caratterizzati da una roccia talvolta scura; formazioni resistenti all’erosione che talvolta formano scogliere e piccole isole chiamate “palheiraes”.
La biodiversità che si trova in questi ambienti è spettacolare e trova la sua massima espressione tra marzo e giugno: colori ed aromi faranno parte del nostro trekking.
Arriveremo quindi al bellissimo abitato di Vila Nova de Milfontes dov’è previsto il pernotto.

Pernottamento a Vila Nova de Milfontes, 1 notte in B&B.

Giorno 3: TREKKING: da Vila Nova de Milfontes ad Almograve

Partiremo dall’abitato di Vila Nova de Milfontes dirigendoci verso Furnas Beach.
In questo piccolo estuario potremo ammirare una varietà incredibile di specie di uccelli che colonizzano queste zone.
Camminado verso sud fino ad Almograve incontreremo piccole calle e ci muoveremo sempre con l’azzurro dell’oceano a farci compagnia.
Questa parte di trekking si sviluppa tra le basse scogliere occidentali della costa portoghese: che nascondono preziose testimonianze dell’attività dell’uomo: pesca e piccole cave tra le dune…piccoli segni che l’uomo ha modellato questa costa da tempo addietro.
Arriveremo quindi ad Almograve dove ceneremo e pernotteremo.

Pernottamento ad Almograve, 1 notte in B&B.

Giorno 4: TREKKING: da Almograve a Zambujeira do Mar

In questa terza tappa del trekking “Il cammino dei pescatori” ammireremo alte scogliere: siti naturali ideali per la nidificazione di molte specie di uccelli.
Passeremo proprio per Cabo Sardão dove ci prenderemo qualche minuto per osservare questo spettacolo della natura.
In questo tratto di costa è anche facile leggere un antico passato.
Una storia che narra di un oceano più basso ed una spiaggia che spaziava verso ovest per altri 60km; formazioni di arenaria colorano la costa e ci accompagneranno fino a Zambujeira do Mar, dove pernotteremo.

Pernottamento a Zambujeira do Mar, 1 notte B&B.

Giorno 5: TREKKING: da Zambujeira do Mar ad Odeceixe

Nell’ultimo giorno di trekking torneremo ad apprezzare non solo le scogliere fittamente stratificate ma anche le bellissime e coloratissime spiagge di sabbia chiara.
Un percorso sempre stupendo che ci lascerà sempre a bocca aperta.
Lungo quest’ultimo itinerario potremo ammirare non solo natura e colori ma anche le tracce degli abitanti di queste zone. Qui infatti c’è una presenza maggiore di animali.
Anche se l’avvistamento non è sempre così facile e frequente dato che molti di essi sono notturni, proveremo a leggerne le tracce lasciate sul territorio.
Arriveremo quindi ad Odeceixe, meta finale del nostro itinerario.

Pernottamento ad Odeceixe, 1 notte B&B.

Giorno 6: rientro in Italia

Trasferimento da Odeceixe all’aeroporto di Lisbona.
Rientro in Italia.

Materiale obbligatorio
  • scarpe da trekking
  • zaino
  • vestiario adeguato
  • borraccia d’acqua
  • cappello o bandana
  • crema solare
Materiale consigliato
  • Occhiali da sole
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • Bastoncini
  • Ciabatte o infradito
  • Kit pronto soccorso

La difficoltà del trekking “Rota Vicentina: il cammino dei pescatori” (6 giorni di cui 4 di trekking e 5 notti) è medio.
Un bellissimo percorso che ci porterà a camminare tra oceano ed una linea di costa incredibilmente affascinante.

Il trekking ha un numero massimo di iscritti.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Ritrovo:

Presso l’aeroporto di Lisbona.
I dettagli saranno comunicati tempestivamente ai partecipanti.

Logistica:

Ritrovo: lunedì 23 marzo 2020 presso l’aeroporto di Lisbona.
Partenza: Porto Covo.
Rientro: sabato 28 marzo.

Partecipazione:

la partecipazione è subordinata all’iscrizione.
Per info o adesioni resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433
  • mail: info@giulionicetto.it (nell’oggetto della mail specificare “Rota Vicentina“)

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

Costo:

Il costo del trekking è di 790€ a persona in camera matrimoniale/doppia con letti separati.
(supplemento camera singola su richiesta, soggetta a disponibilità negli hotel)

La quota comprende le seguenti voci:
– pernottamento e colazione negli hotel e B&B indicati nell’itinerario;
– trasferimento A/R da/per l’aeroporto di Lisbona;
– 4 giorni di trekking con guida;
– spese vive della guida.

La quota NON comprende: tutto ciò che non è espressamente descritto in “la quota comprende”.

coordinazione tecnica by “Travels and Treks

Le guide:

Nel weekend di ciaspolate in Verena sarete guidati da due Accompagnatori di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Veneto e da una Guida Alpina.
Ecco la vostre guide:

Giulio Nicetto

Accompagnatore di Media Montagna

Michele Boscolo

Accompagnatore di Media Montagna

Scopri le altre escursioni e gli altri trekking in programma

Val d'Orcia, Toscana
Trekking

Trekking in Val D’Orcia: la terra dei sapori – 1/3 maggio 2020

1/3 maggio 2020 Uno dei luoghi più belli del mondo intero. La Val D'Orcia saprà…
Rota Vicentina
Trekking

Rota Vicentina: il cammino dei pescatori – 23/28 marzo 2020

23/28 marzo 2020 La Rota Vicentina è un bellissimo cammino lungo la costa del Portogallo.…
Trekking

Weekend di ciaspolate tra Passo Giau e Rifugio Nuvolau – 15/16 febbraio 2020

15/16 febbraio 2020 Weekend sulle nevi di Cortina. Ciaspole ai piedi per una due giorni…
Alpe di Siusi

Ciaspolata: l’Alpe di Siusi e le sue meraviglie – 01/03/2020

By Ciaspolata

L’Alpe di Suisi è un piccolo gioiello tra le Dolomiti.
Morbidi pendii e bellissime malghe in un ambiente unico!

Caratteristiche escursione

alcuni parametri relativi all’uscita proposta
Tipo escursione

Ciaspolata

Durata

giornaliera

Difficoltà

medio/semplice

Dislivello

300 m

Ritrovo

ore 08:45 davanti al parcheggio delle corriere della stazione a monte dell’ovovia che sale da Siusi a Compaccio.

 

Riferimento Google Maps

Via Sciliar, 39, 39040 Castelrotto BZ

Programma

Svolgimento dell’escursione

Dopo esserci trovati davanti alla stazione a valle dell’ovovia che da Siusi porta a Compaccio, saliremo appunto in ovovia.
Raggiunta la stazione a monte si aprirà davanti a noi la bellissima Alpe di Siusi.
Inizieremo fin da subito a camminare in un ambiente magico: morbidi pendii e panorami a perdita d’occhio in tutte le direzioni!
Il percorso e le salite non saranno mai esasperate.
Saliremo in direzione dello Sciliar e del Catinaccio per ammirarne le possenti pareti stagliarsi nell’azzurro cielo.
Quindi muoveremo i nostri passi verso est.
Il pranzo al sacco intercalerà la nostra giornata.
Nel primo pomeriggio rientreremo con davanti a noi il gruppo delle Odle.
Sempre per comodi sentieri ritorneremo a Compaccio dove prenderemo l’ovovia per scendere alle macchine e terminare la nostra bellissima escursione.

Materiale obbligatorio

Materiale e/o attrezzatura minima da avere con se per partecipare all’escursione

Per questa ciaspolata sull’Alpe di Siusi servono scarponcini da montagna, vestiario adeguato (pantaloni lunghi, pile, giacca a vento, guanti, berretto), borraccia e viveri.
Per conoscere il tempo previsto potete anche consultare il sito dell’ARPAV.

ACCESSORI CONSIGLIATI:
The, cioccolata ed anche frutta secca

Costo

20 € comprensivi di guida

+ 18 € per andata/ritorno in ovovia da Siusi a Compaccio
(in caso di cane al seguito serve la museruola)

Eventuale possibilità di noleggio ciaspole a 10 € (per chi ne avesse bisogno).
Ragazzi sotto i 18 anni: 10 €.

Pranzo: previsto al sacco

Guide:
– Giulio Nicetto Accompagnatore di Media Montagna – Collegio Guide Alpine Veneto
– Guida Alpina Pro Mountain

Prenotazione obbligatoria

Entro le ore 18:00 del giorno prima

La prenotazione è richiesta per gestire al meglio anche la parte di logistica e organizzazione.
Fino ad esaurimento posti.
Telefono: 3402216433 oppure inviando una mail a info@giulionicetto.it

Scopri le altre escursioni in programma

Val d'Orcia, Toscana
Trekking

Trekking in Val D’Orcia: la terra dei sapori – 1/3 maggio 2020

1/3 maggio 2020 Uno dei luoghi più belli del mondo intero. La Val D'Orcia saprà…
Ciaspolata

Ciaspolando sotto le stelle con cena Rifugio Campogrosso- 22/02/2020

Ciaspolata sotto le stelle al Rifugio Campogrosso con cena in rifugio. Caratteristiche escursione alcuni parametri…
Rifugio Città di Carpi
Ciaspolata

Ciaspolata al Rifugio Città di Carpi – 26/01/2020

Fantastica ciaspolata al Rifugio Città di Carpi: una perla incastonata nei Cadini di Misurina. Paesaggi…
ciaspolando a Resciesa

Resciesa: ciaspolando al cospetto delle Odle – 23/02/2020

By Ciaspolata
Resciesa è un morbido alpeggio che domina la Val Gardena.
Panorami unici ed un bellissimo percorso che san sempre affascinare.

Caratteristiche escursione

alcuni parametri relativi all’uscita proposta
Tipo escursione

Ciaspolata

Durata

giornaliera

Difficoltà

medio/impegnativa

Dislivello

300 m

Ritrovo

ore 8:30 al parcheggio del Bar Elvis

 

Riferimento Google Maps

Bar Elvis, Strada Arnaria, Ortisei, BZ

Programma

Svolgimento dell’escursione

Resciesa è un morbido alpeggio che si apre sopra la Val Gardena.
Un luogo magico da cui poter ammirare i panorami che si aprono verso il Pordoi, il Sassolungo o lungo la vicina catena delle Odle.
Saliremo in funicolare per attraversare poi un ambiente incredibile fatto di vegetazione d’alta quota e pini cembri.
Ci muoveremo verso est per arrivare fino a Malga Brogles: chiusa nel periodo invernale è però uno dei punti più suggestivi per ammirare le soprastanti pareti dolomitiche in un contesto invernale unico.
Rientreremo quindi verso le macchine con una morbida discesa.

La ciaspolata a Resciesa può risultare impegnativa per la sua lunghezza.
Il percorso è stupendo e privo di grossi dislivelli o tratti tecnici.

Materiale obbligatorio

Materiale e/o attrezzatura minima da avere con se per partecipare all’escursione

Per questa ciaspolata sull’alpe di Resciesa servono scarponcini da montagna (no MOON BOOT), pantaloni lunghi, pile, giacca a vento, berretto e guanti.
Vestirsi a cipolla.
Per conoscere il tempo previsto potete anche consultare il sito dell’ARPAV.

ACCESSORI CONSIGLIATI:
Ghette (in caso di neve fresca).
Si consiglia un paio di guanti e di calzini di ricambio.
The caldo, cioccolata ed anche frutta secca.

Costo

20€ comprensivi di guida + 14,5€ per salita in funicolare

Costo ciaspole con anche bastoni: 10€

Ragazzi sotto i 18 anni: 10€

PRANZO: al sacco

Guide:
– Giulio Nicetto International Mountain Leader – Accompagnatore di Media Montagna
– Guida Alpina Pro Mountain

Prenotazione obbligatoria

Entro le ore 18:00 del giorno prima

La prenotazione è richiesta per gestire al meglio anche la parte di logistica e organizzazione.
Fino ad esaurimento posti.
Telefono: 3402216433 oppure inviando una mail a info@giulionicetto.it

Scopri le altre escursioni in programma

Alpe di Siusi
Ciaspolata

Ciaspolata: l’Alpe di Siusi e le sue meraviglie – 01/03/2020

L'Alpe di Suisi è un piccolo gioiello tra le Dolomiti. Morbidi pendii e bellissime malghe…
Ciaspolata

Ciaspolando sotto le stelle con cena Rifugio Campogrosso- 22/02/2020

Ciaspolata sotto le stelle al Rifugio Campogrosso con cena in rifugio. Caratteristiche escursione alcuni parametri…
Trekking

Weekend di ciaspolate tra Passo Giau e Rifugio Nuvolau – 15/16 febbraio 2020

15/16 febbraio 2020 Weekend sulle nevi di Cortina. Ciaspole ai piedi per una due giorni…

Ciaspolando sotto le stelle con cena Rifugio Campogrosso- 22/02/2020

By Ciaspolata

Ciaspolata sotto le stelle al Rifugio Campogrosso con cena in rifugio.

Caratteristiche escursione

alcuni parametri relativi all’uscita proposta
Tipo escursione

Ciaspolata

Durata

serale

Difficoltà

media

Dislivello

400 m

Ritrovo

ore 16:30 al “Ristoro Magna e Bevi” poco dopo Pian delle Fugazze (strada per Camposilvano-TN)

 

Riferimento Google Maps

Ristoro Magna e Bevi

Programma

Svolgimento dell’escursione

Partiremo dal luogo del ritrovo indossando da subito le ciaspole.
Saliremo quindi agevolmente ciaspolando tra le luci del tramonto in una faggeta che ha un qualcosa di mistico.
Le malghe con i pianori segneranno anche il passaggio ad una visuale estesa al massiccio del Carega e del Sengio Alto.
Territori interessati dalla Grande Guerra ed intrisi di storie e leggende.
Arriveremo quindi agevolmente a Campogrosso dove ceneremo presso l’omonimo rifugio.
Ripartiti rientreremo verso Pian delle Fugazze sotto un bellissimo cielo stellato.

Materiale obbligatorio

Materiale e/o attrezzatura minima da avere con se per partecipare all’escursione

Per questa ciaspolata al rifugio Campogrosso servono scarponcini da montagna (no MOON BOOT), pila frontale carica, pantaloni lunghi, pile, giacca a vento, berretto e guanti. Vestirsi a cipolla.
Per conoscere il tempo previsto potete anche consultare il sito dell’ARPAV.

ACCESSORI CONSIGLIATI:
Ghette (in caso di neve fresca).
Si consiglia un paio di guanti e di calzini di ricambio.
The caldo, cioccolata ed anche frutta secca.

Costo

20€ comprensivi di guida

Costo ciaspole con anche bastoni: 10€

Ragazzi sotto i 18 anni: 10€

CENA: da regolare con il gestore della struttura

Guide:
– Giulio Nicetto – International Mountain Leader – Accompagnatore di Media Montagna
– Paolo Dani Guida Alpina

Prenotazione obbligatoria

Entro le ore 18:00 del giorno prima

La prenotazione è richiesta per gestire al meglio anche la parte di logistica e organizzazione.
Fino ad esaurimento posti.
Telefono: 3402216433 oppure inviando una mail a info@giulionicetto.it

Scopri le altre escursioni in programma

Trekking

Weekend di ciaspolate tra Passo Giau e Rifugio Nuvolau – 15/16 febbraio 2020

15/16 febbraio 2020 Weekend sulle nevi di Cortina. Ciaspole ai piedi per una due giorni…
Val d'Orcia, Toscana
Trekking

Trekking in Val D’Orcia: la terra dei sapori – 1/3 maggio 2020

1/3 maggio 2020 Uno dei luoghi più belli del mondo intero. La Val D'Orcia saprà…
Rota Vicentina
Trekking

Rota Vicentina: il cammino dei pescatori – 23/28 marzo 2020

23/28 marzo 2020 La Rota Vicentina è un bellissimo cammino lungo la costa del Portogallo.…

Weekend di ciaspolate tra Passo Giau e Rifugio Nuvolau – 15/16 febbraio 2020

By Trekking, Weekend

15/16 febbraio 2020

Weekend sulle nevi di Cortina.
Ciaspole ai piedi per una due giorni spettacolare!

Il percorso del trekking:

Giorno 1: arrivo - salita al Rif. Nuvolau

Ritrovo del gruppo come da programma.
Ci sposteremo quindi verso il parcheggio della Seggiovia 5 Torri dove saliremo comodamente fino al rifugio Scoiattoli.
L’impianto a fune impiegherà solo pochi minuti e ci troveremo subito a tu per tu con un sacco di panorami stupendi!
Indosseremo le ciaspole e saliremo al Rifugio Nuvolau (chiuso in inverno) dove mangeremo qualcosa al sacco.
Cominceremo quindi la discesa fino a rientrare al parcheggio, questa volta scendendo lungo morbidi pendii innevati che ci permetteranno di godere al massimo della discesa con le ciaspole.

Cena e pernottamento presso Hotel Villa Argentina, 1 notte in MP.

Giorno 2: Passo Giau - rientro

Per questo secondo giorno di ciaspolate a Cortina ci sposteremo verso Passo Giau.
Nel caso le condizioni nivo-meteorologiche lo permettessero saliremo a forcella Giau spostandoci quindi sul Mondeval.
In alternativa ciaspoleremo verso il Monte Pore.
Da queste zone si può ammirare la montagna simbolo delle dolomiti tanto da esser conosciuta anche come “la regina delle Dolomiti”: la Marmolada.
Panorami a non finire ci accopmagneranno fino al rientro, previsto per il primo pomeriggio.

Materiale obbligatorio
  • ciaspole e bastoncini
  • scarpe da trekking
  • zaino
  • vestiario adeguato
  • borraccia d’acqua
  • cappello o bandana
  • crema solare
Materiale consigliato
  • Ghette in caso di neve fresca
  • Occhiali da sole
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • Bastoncini
  • Ciabatte o infradito
  • Kit pronto soccorso

La difficoltà del weekend sulle ciaspole a Cortina (2 giorni e 1 notte) è medio.
Luoghi che affascinano sempre: pareti dolomitiche adornate dalla neve! Non potete perdervelo!

Il trekking ha un numero massimo di iscritti.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Ritrovo:

Ore 8:30 presso il bar “Area 51” in località Acquabona, Cortina.
I dettagli saranno comunicati tempestivamente ai partecipanti.

Logistica:

Ritrovo: sabato 15 febbraio ore 8:30 presso il bar “Area 51”, Acquabona (Cortina).
Partenza: verrà comunicata ai partecipanti per tempo.
Rientro: domenica 16 febbraio.

Partecipazione:

la partecipazione è subordinata all’iscrizione.
Per info o adesioni resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433
  • mail: info@giulionicetto.it (nell’oggetto della mail specificare “Weekend a Cortina“)

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

Costo:

Il costo totale del trekking è di circa 165€ a persona: la disposizione nelle camere sarà in funzione della disponibilità della struttura.
(supplemento camera singola su richiesta, soggetta a disponibilità della struttura)

La quota comprende le seguenti voci:
– pernottamento in formula MP all’Hotel Villa Argentina: 65€ ;
– salita in seggiovia (seggiovia 5 Torri): 12,5€
– servizio guida (2 guide): 85€.

La quota NON comprende: tutto ciò che non è espressamente descritto in “la quota comprende”.

Le guide:

Nel weekend di ciaspolate a Cortina sarete guidati da un Accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide Alpine Veneto e da una Guida Alpina.
Ecco la vostre guide:

Giulio Nicetto

Accompagnatore di Media Montagna

Paolo Dani

Guida Alpina

Scopri le altre escursioni e gli altri trekking in programma

Rota Vicentina
Trekking

Rota Vicentina: il cammino dei pescatori – 23/28 marzo 2020

23/28 marzo 2020 La Rota Vicentina è un bellissimo cammino lungo la costa del Portogallo.…
Panorama dal Rifugio Forte Verena
Ciaspolata

Ciaspolata serale al Forte Verena e cena in rifugio – 25/01/2020

Una piacevole ciasapolata, una gustosa cena in rifugio e la bella atmosfera di relax che…
ciaspolando a Resciesa
Ciaspolata

Resciesa: ciaspolando al cospetto delle Odle – 23/02/2020

Resciesa è un morbido alpeggio che domina la Val Gardena. Panorami unici ed un bellissimo…
Alpe di Sennes

Weekend sulla neve: ciaspolando sull’alpe di Sennes – 1/2 febbraio 2020

By Ciaspolata, Weekend

1/2 febbraio 2020

Un bellissimo weekend sulle ciaspole.
2 giorni con pernotto al Rifugio Sennes per godersi la magia della neve.

Il percorso che faremo ciaspolando sull’alpe di Sennes:

Giorno 1: salita al Rif. Sennes

Nel primo giorno del nostro trekking  con le ciaspole partiremo poco sopra la frazione di Fiames.
Saliremo in un ambiente grandioso e spettacolare.
Attraverseremo le più belle valli delle Dolomiti Settentrionali in veste invernale.
L’itinerario ci porterà prima verso Malga Ra Stua e quindi, salendo per il Vallon Scuro, presso il Rifugio Sennes dove pernotteremo in camerata.

Dislivello complessivo 650 m.

Giorno 2: Rif. Fodara Vedlà - rientro alle macchine

Lasciato a malincuore il rifugio Sennes ci dirigeremo verso ovest.
Ciaspolando tra morbidi dossi e distese innevate arriveremo al rifugio Fodara Vedlà.
Da qui potremo ammirare il Ciamin, la parete della Croda Rossa d’Ampezzo ed il vesante sud della Croda del Becco.
Percorrendo una bellissima discesa rientreremo verso Malga Ra Stua e quindi, in breve, alle macchine.

Dislivello complessivo 100 m.

Materiale obbligatorio
  • sacco lenzuolo
  • scarponi da trekking (resistenti all’acqua)
  • ciaspole
  • ghette
  • zaino
  • vestiario adeguato
  • borraccia d’acqua
  • cappello o bandana
  • crema solare
Materiale consigliato
  • Occhiali da sole
  • Cerotti Compeed per vesciche
  • thermos di the caldo
  • frutta secca
  • Ciabatte

La difficoltà del weekend sull’Alpe di Sennes (2 giorni e 1 notte) è medio.
Un bellissimo percorso che ci porterà a ciaspolare all’interno delle Dolomiti di Braies tra paesaggi e scorci mozzafiato.

Il trekking ha un numero massimo di iscritti.

E’ facoltà della guida modificare la percorrenza del trekking in funzione delle condizioni di criticità che si dovessero verificare.
In casi di particolare eccezionalità la guida potrà anche sospendere od annullare il trekking per garantire l’incolumità dei partecipanti.

Ritrovo:

ore 09:00 presso il bar “AREA 51” in località Acquabona di Sopra, Cortina.
(i riferimenti esatti saranno resi noti ai partecipanti)

Logistica:

Ritrovo: sabato 1 febbraio
Partenza: il luogo sarà comunicato ai partecipanti con congruo anticipo.
Rientro: pomeriggio di domenica 2 febbraio.

Partecipazione:

la partecipazione è subordinata all’iscrizione.
E’ prevista una caparra di 40€.
L’iscrizione si intende effettuata all’atto del versamento della caparra e della compilazione del modulo iscrizione*.
Per info o adesioni resto a vostra disposizione ai seguenti recapiti:

  • cellulare: 3402216433
  • mail: info@giulionicetto.it (nell’oggetto della mail specificare “Ciaspolata a Sennes”)

Le persone che si presenteranno alla partenza senza il materiale obbligatorio saranno esclusi per motivi di sicurezza.
Nessun rimborso quindi sarà dovuto.

(*) Il link al modulo iscrizione sarà inviato esclusivamente alle persone che manifesteranno la volontà di partecipare.

Costo:

Il costo del trekking è di 122 € ed è così ripartito:

  • servizio guide: 85€
  •  pernotto in camerata con colazione presso Rifugio Sennes: 37 €

 

  • eventuale noleggio ciaspole + bastoncini: 10€

La quota COMPRENDE: servizio di 2 guide per 2 giorni, pernotto al Rifugio Sennes in camerata e colazione.
La quota NON COMPRENDE: la CENA del sabato sera (alla carta), tutto ciò che non è espressamente descritto in “la quota comprende”.

 

IN CASO DI RIPENSAMENTO ENTRO LE 48 ORE ANTECEDENTI L’EVENTO, VERRA’ ADDEBITATO L’INTERO IMPORTO.

Le guide:

Nel weekend di ciaspolate a Sennes sarete guidati un Accompagnatore di Media Montagna e da una Guida Alpina Pro Mountain del Collegio Guide Alpine Veneto.
Ecco le vostre guida:

Giulio Nicetto

Accompagnatore di Media Montagna

Scopri le altre escursioni e gli altri trekking in programma

Trekking

Weekend di ciaspolate tra Passo Giau e Rifugio Nuvolau – 15/16 febbraio 2020

15/16 febbraio 2020 Weekend sulle nevi di Cortina. Ciaspole ai piedi per una due giorni…
Rota Vicentina
Trekking

Rota Vicentina: il cammino dei pescatori – 23/28 marzo 2020

23/28 marzo 2020 La Rota Vicentina è un bellissimo cammino lungo la costa del Portogallo.…
Val d'Orcia, Toscana
Trekking

Trekking in Val D’Orcia: la terra dei sapori – 1/3 maggio 2020

1/3 maggio 2020 Uno dei luoghi più belli del mondo intero. La Val D'Orcia saprà…
Rifugio Città di Carpi

Ciaspolata al Rifugio Città di Carpi – 26/01/2020

By Ciaspolata
Fantastica ciaspolata al Rifugio Città di Carpi: una perla incastonata nei Cadini di Misurina.
Paesaggi incredibili che spaziano dalle Tofane alle 5 Torri, dal Cristallo al Sorapìss.

Caratteristiche escursione

alcuni parametri relativi all’uscita proposta
Tipo escursione

Ciaspolata

Durata

tutto il giorno

Difficoltà

facile

Dislivello

300 m

Ritrovo

ore 7:30 al parcheggio della Stazione Ferroviaria di Longarone

Partenza escursione ore 09:15 dalla stazione a valle dell’impianto di risalita Col De Varda presso il Lago di Misurina

 

Riferimento Google Maps

Seggiovia Col de Varda (stazione a valle)

Programma

Svolgimento dell’escursione

I due punti di ritrovo intermedio servono per chi non ha ben chiaro come arrivare al Lago di Misurina.
Partiremo alle ore 9:30 dalla stazione a valle della seggiovia “Col De Varda” per questa bellissima ciaspolata al rifugio Città di Carpi.
Il percorso, inzialmente in salita, ci porterà presto in quota. A questo punto un fantastico tratto in falsopiano ci farà quindi apprezzare panorami incredibili.
Dal Picco di Vallandro a Nord, fino alle Marmarole a sud. Il tutto facendo transitare il nostro sguardo anche sulle Tofane, sull’Averau, sulle 5 Torri…!
Arrivati al piccolo e caratteristico rifugio (una vera e propria perla nei Cadini), chi vorrà, potrà gustarsi un pranzo di prodotti tipici.
Al termine ridiscenderemo per l’itinerario di salita. Rientreremo nel tardo pomeriggio.
La ciaspolata al rifugio Città di Carpi vi lascerà la voglia di ritornarci non appena possibile.

Materiale obbligatorio

Materiale e/o attrezzatura minima da avere con se per partecipare all’escursione

Per questa ciaspolata al rifugio Città di Carpi servono scarponcini da montagna (no MOON BOOT), pantaloni lunghi, pile, giacca a vento, berretto e guanti. Vestirsi a cipolla.
Per conoscere il tempo previsto potete anche consultare il sito dell’ARPAV.

ACCESSORI CONSIGLIATI:
Ghette (in caso di neve fresca).
Si consiglia un paio di guanti e di calzini di ricambio.
The caldo, cioccolata ed anche frutta secca.

Costo

30 € comprensivi di guida e salita in seggiovia al Rif. Col de Varda

Costo ciaspole con anche bastoni: 10€

Ragazzi sotto i 18 anni: 20€
Possibilità di PRANZO in rifugio in base alla disponibilità dello stesso (ognuno regola autonomamente con il gestore)

Guide:
– Giulio Nicetto Accompagnatore di Media Montagna
– Guida Alpina Pro Mountain

Prenotazione obbligatoria

Entro le ore 18:00 del giorno prima

La prenotazione è richiesta per gestire al meglio anche la parte di logistica e organizzazione.
Fino ad esaurimento posti.
Telefono: 3402216433 oppure inviando una mail a info@giulionicetto.it

Scopri le altre escursioni in programma

Val d'Orcia, Toscana
Trekking

Trekking in Val D’Orcia: la terra dei sapori – 1/3 maggio 2020

1/3 maggio 2020 Uno dei luoghi più belli del mondo intero. La Val D'Orcia saprà…
Rota Vicentina
Trekking

Rota Vicentina: il cammino dei pescatori – 23/28 marzo 2020

23/28 marzo 2020 La Rota Vicentina è un bellissimo cammino lungo la costa del Portogallo.…
Trekking

Weekend di ciaspolate tra Passo Giau e Rifugio Nuvolau – 15/16 febbraio 2020

15/16 febbraio 2020 Weekend sulle nevi di Cortina. Ciaspole ai piedi per una due giorni…
Panorama dal Rifugio Forte Verena

Ciaspolata serale al Forte Verena e cena in rifugio – 25/01/2020

By Ciaspolata

Una piacevole ciasapolata, una gustosa cena in rifugio e la bella atmosfera di relax che solo la montagna sa regalare.

Caratteristiche escursione

alcuni parametri relativi all’uscita proposta
Tipo escursione

Ciaspolata

Durata

serale

Difficoltà

media

Dislivello

450 m

Ritrovo

ore 15:30 al bar della Vecchia Stazione di Asiago, vicino all’entrata del piazzale dello stadio del ghiaccio.

 

Riferimento Google Maps

Viale Stazione, 9, 36012 Asiago VI

Programma

Svolgimento dell’escursione

Partiremo dal luogo di ritrovo con mezzo proprio.
Arrivati quindi al parcheggio del Rifugio Verenetta cominceremo subito la nostra entusiasmante ciaspolata al Forte Verena.
Saliremo inizialmente lungo una comoda strada militare per poi proseguire anche lungo il sentiero del soldato.
Arrivati sulla sommità del monte Verena sarà prevista una visita guidata all’omonimo Forte per capire, semmai ce ne fosse bisogno, a che condizioni erano sottoposti i soldati durante la Grande Guerra.
La cena in rifugio riscalderà gli animi e ci ricaricherà per la discesa.
Rientreremo quindi accompagnati dalla luce delle pile frontali sotto un bellissimo cielo stellato.

Materiale obbligatorio

Materiale e/o attrezzatura minima da avere con se per partecipare all’escursione

Per questa ciaspolata al Forte Verena servono scarponcini da montagna (no MOON BOOT), pila frontale carica, pantaloni lunghi, pile, giacca a vento, berretto e guanti. Vestirsi a cipolla.
Per conoscere il tempo previsto potete anche consultare il sito dell’ARPAV.

ACCESSORI CONSIGLIATI:
The caldo, cioccolata ed anche frutta secca

Costo

20€ comprensivi di guida

Costo ciaspole con anche bastoni: 10€

Ragazzi sotto i 18 anni: 10€

CENA: da regolare direttamente con il gestore del rifugio

Guide:
– Giulio Nicetto – International Mountain Leader – Accompagnatore di Media Montagna Collegio Guide Alpine Veneto
– Paolo Dani Guida Alpina

Prenotazione obbligatoria

Entro le ore 18:00 del giorno prima

La prenotazione è richiesta per gestire al meglio anche la parte di logistica e organizzazione.
Fino ad esaurimento posti.
Telefono: 3402216433 oppure inviando una mail a info@giulionicetto.it

Scopri le altre escursioni in programma

ciaspolando a Resciesa
Ciaspolata

Resciesa: ciaspolando al cospetto delle Odle – 23/02/2020

Resciesa è un morbido alpeggio che domina la Val Gardena. Panorami unici ed un bellissimo…
Ciaspolata

Ciaspolando sotto le stelle con cena Rifugio Campogrosso- 22/02/2020

Ciaspolata sotto le stelle al Rifugio Campogrosso con cena in rifugio. Caratteristiche escursione alcuni parametri…
Trekking

Weekend di ciaspolate tra Passo Giau e Rifugio Nuvolau – 15/16 febbraio 2020

15/16 febbraio 2020 Weekend sulle nevi di Cortina. Ciaspole ai piedi per una due giorni…

Rifugio Larici

By Rifugi

Rifugio Larici: un ottimo punto di partenza o arrivo per le vostre giornate in Val Formica.
Bellissimo ambiente ed ottima cucina.

Caratteristiche della struttura

alcuni parametri relativi al rifugio
Gruppo montuoso

Altopiano di Asiago

Altezza

1658 m

Pernotto

camere

Copertura cell

totale

Permanenza

L’esperienza in rifugio

Il Rifugio Larici è situato nella bellissima Val Formica.
Ridente e particolarissima valle della parte nord-ovest dell’Altopiano di Asiago.
Dal rifugio o nelle sue immediate vicinanze partono numerosi itinerari, sia per escursioni estive, sia per quelle invernali (ciaspole, sci alpinismo).
L’ambiente è sempre grandioso e permette a tutti di gustarsi delle belle giornate all’aria aperta: morbidi prati, pascoli e malghe ma anche creste affilate per chi cerca qualche brivido in più!
Il pernotto al Rifugio Larici è assolutamente da provare: pranzare di fronte al caminetto e dormire in curatissime stanze in legno.
Ideale anche se volete allentare e fare un weekend lontano da tutti…soprattutto dalla frenesia della vita di città.

Cibo e bevande

Mangiare in rifugio

La cucina del Rifugio Larici è veramente ottima!
Piatti buonissimi che mantengono i gusti della tradizione dell’Altopiano di Asiago.
Se poi li si mangia di fronte al fuoco di un caminetto cosa volete di più???

Altre info utili

Altre informazioni

Il Rifugio Larici è stato riammodernato di recente: l’atmosfera che si respira è quella di casa; accogliente ed informale al punto giusto.
Questa struttura vi permetterà di soggiornare in quota e vivere delle bellissime emozioni; infatti è situato in un posto strategico per le vostre escursioni, sia estive che invernali.

WhatsApp chat