Marettmo: il più bel trekking sulle Isole Egadi

Una serie di percorsi lungo itinerari selvaggi a sfioro sul mare

Isola di Marettimo

Marettimo è Marettimo!
La più occidentale delle isole Egadi e la più selvaggia ed adatta a vivere una bellissima esperienza di trekking tra mare e monti.

Il paese, adiacente al porto, è racchiuso in una piccola insenatura ad est dell’isola lasciando il resto del territorio come terreno d’avventura ad escursionisti e trekker.
I sentieri sono sempre abbastanza evidenti ma in alcuni casi il passo fermo è d’obbligo.
Scorci, panorami e natura vi faranno innamorare di questo fazzoletto di terra in mezzo al mare tanto da riprogrammare quanto prima un altro soggiorno a Marettimo.

Per chi si avvicina a questa esperienza un consiglio: svuotate la memoria del telefono o della macchina fotografica; farete tantissime foto!!!

fiori a Marettimo

Come arrivare

Marettimo è la più occidentale delle Isole Egadi.
Posta a 35 chilometri ad ovest di Trapani è la più distante rispetto la linea di costa tra Levanzo e Favignana.

Malgrado la sua aurea sia legata inscindibilmente alla sua posizione Marettimo non è così difficile da raggiungere.

I primi scali da raggiungere sono gli aeroporti di Trapani (Birgi) o Palermo.
Ultimamente la maggior parte delle compagnie fanno scalo su Palermo.
I voli low cost si trovano facilmente da tutti gli scali italiani.

Ci si sposta quindi altrettanto facilmente verso il Porto di Trapani o con i relativi pullman o con un trasnfer privato.
Atterrando a Palermo bisognerà mettere in preventivo circa 1 ora e 30 minuti di viaggio nel caso di pullman di linea.
Qui in calce vi inserisco il link diretto alla tratta effettua da dalla SEGESTA.

Arrivati a Trapani ci siamo quasi!
L’ultima tratta, in mare, sarà da effettuare con un aliscafo od un traghetto.
Anche qui, vi riporto qui sotto le due compagnie che effettuano questi servizi:

In poco più di un ora di piacevole navigazione sarete a destinazione e potrà finalmente iniziare la vostra avventura a Marettimo.

Unica accortezza da ricordare è che in caso di burrasca o forte maltempo i traghetti e gli aliscafi non partono; sia in andata verso Marettimo che al rientro.

il centro del paese di Marettimo

Il trekking

L’isola di Marettimo per conformazione dell’isola stessa ed il tipo di sentieri si presta perfettamente ad una vacanza escursionistica coi fiocchi!
La soluzione ideale per fare trekking a Marettimo è di fissare “la base” della propria vacanza presso una struttura e fare poi un escursione diversa, giorno dopo giorno.

Una bella soluzione per pernottare sull’isola è il Marettimo Residence.

Durante la vostra permanenza sull’isola ci sono delle location che non dovete proprio perdervi.
Punta Falcone che con i suoi 686 metri domina l’isola, il faro di Punta Libeccio da cui gustare i bellissimi tramonti, il catello di Punta Troia.
Ogni angolo dell’isola va vissuto e assaporato.

Altra bellissima meta, questa volta raggiungibile però solo in barca, è la Grotta della Bombarda così chiamata per li forte fragore prodotto dalle onde quando si infrangono nella sue profondità.

I sentieri sull’isola sono abbastanza logici ma bisogna assolutamente essere muniti di cartina topografica ed avere un minimo di senso d’orientamento.
I tracciati sono in generali sempre ben tenuti ed in qualche caso, verso Punta Troia si fanno un pò più aerei con qualche tratto delicato.
Per il resto godetevi ogni passo che farete su quest’isola: i colori, i profumi ed i sapori che gusterete a pranzo od a cena resteranno tra i più bei ricordi di sempre.

panorama da cima Falcone Marettimo
mare e terra a Marettimo
panorama verso Punta Basano
tramonto a Marettimo
Marettimo

Il periodo ideale

I periodi ideali per fare trekking sull’isola di Marettimo sono quelli che esulano dai periodi di maggior presenza di persone.
Evitando l’inverno, in cui più di qualche attività turistica chiude ed i collegamenti tra terra ferma ed isole non sono garantiti, direi che la primavera e l’autunno hanno temperature ideali.

Colori, atmosfere e la giusta tranquillità renderanno la vostra permanenza sull’isola di Marettimo ancora più unica.
Se optate per la primavera poi potrete godere delle fioriture delle molte piante, comprese quelle endemiche, presenti sull’isola.

L’estate è da evitare (a meno che non vogliate effettuare una vacanza mare).
Come detto sopra la forte presenza di turisti limita la disponibilità ricettiva dell’isola ed il forte caldo rende impossibile di svolgere escursioni (vegetazione principalmente arbustiva con pochissime piante alto fusto).

Per qualsiasi domanda o informazione su questo trekking da fare da soli o con guida, contattami qui sul sito od in privato.

WhatsApp chat