Trekking e mare ad Amorgos...non vorrete più tornare a casa!!!

Un isola difficile da raggiungere ma di una bellezza disarmante

scala di Archesini ad Amorgos

Amorgos…la conoscete?
Se la risposta è NO partiamo già con il piede giusto!
Si perchè la bellezza di quest’isola è legata anche alla sua caratteristica di essere al di fuori dei circuiti turistici più frequentati.

Natura, bellissimi sentieri ed un atmosfera che riporta indietro nel tempo.
I percorsi sono sempre vista mare ed oltre all’aspetto escursionistico, ad Amorgos si mangia benissimo ed a prezzi assolutamente accessibili.

I colori che si trovano in questo piccolo fazzoletto di terra nel mezzo del Mar Egeo sono unici!
Se arriverete a mettere piede in quest’isola sarà poi difficilissimo tornare a casa!

indicazioni sentieri Aegiali
sentieri ad Amorgos

Come arrivare

Amorgos è l’isola più orientale dell’Arcipelago delle Cicladi.
La sua posizione ed il fatto che non sia molto turistica impone che per chi vuole raggiungerla deve affrontare un vero viaggio.

Viaggio in senso positivo perchè in questo caso lo intendo come un momento per staccarsi dalla frenesia della vita moderna.

Il miglior modo per arrivare sull’Isola di Amorgos è intanto fare scalo su Atene.
In aereo sono molti i voli low coast che arrivano sull’aeroporto della capitale della Grecia.

Di qui si deve effettuare un trasferimento verso il porto del Pireo e prendere quindi il traghetto.
Sono circa 8 ore di navigazione tra isole meravigliose. Ogni tanto con un pò di fortuna si possono vedere anche i delfini che giocano con le onde prodotte dalle chiglie delle navi.

Un altro possibile accesso all’isola può essere fatta facendo scalo su Mykonos e quindi sempre traghetto verso Amorgos.

L’aspetto più impegnativo da gestire è legato alle coincidenze tra voli e traghetti: soluzioni non impossibili da trovare ma la programmazione va fatta sempre sotto data vista la relativa programmazione temporale dei traghetti.

terkking ad Amorgos
chiesa rurale ad Amorgos

Il trekking

Ad Amorgos percorsi per fare trekking sicuramente non mancano.
Rispetto ad altre location dove siamo stati pero, qui i tracciati non sono sempre così evidenti o “logici”.
Come primo consiglio quindi è quello di documentarsi a dovere anche se non è facile reperire documentazione sull’isola.

Gli itinerari presenti sull’isola sono molteplici ma ogni tanto per riuscire a concatenare più tratti bisogna avere un buon orientamento.
I paesaggi sono sempre vari ed i dislivelli mai troppo impegnativi.

La parte est dell’isola si presenta più adatta ad un escursionismo più tranquillo mentre la parte ovest, più selvaggia e meno antropizzata, impone una buona capacità di movimentazione e di orientamento anche al di fuori di sentieri battuti.

 

tramonto a Katapola
sentiero 1 ad Amorgos
paesino ad Amorgos
monastero a Chora

Il periodo ideale

I periodi ideali per vivere dei bei trekking sull’isola di Amorgos sono la tarda primavera e l’autunno.
I colori offrono una gamma cromatica molto ampia che allo sguardo si amplifica ancor di più grazie al blu intenso del mare che la circonda su tutti e quattro i lati.

Le temperature sono molto buone, anzi!
Bisogna evitare assolutamente i periodi estivi in cui le alte temperature renderebbero impossibile la percorrenza sui sentieri.
Sull’isola infatti la vegetazione è prevalentemente arbustiva: nessuna possibilità quindi di proteggersi dall’eventuale canicola estiva.

Se scegliete la primavera come periodo per recarvi ad Amorgos non sbaglierete!
Riuscirete a godere anche dei bellissimi colori di specie di flora autoctona ed endemica.

sentiero ad Amorgos

Per qualsiasi domanda o informazione su questo trekking da fare da soli o con guida, contattami qui sul sito od in privato.

WhatsApp chat